Profezie

Gorizia - 24/11/2012 : 06/01/2013

Scegliere per una mostra d'arte contemporanea un tema legato alle profezie può apparire, ad una prima impressione, sicuramente pretenzioso. Il termine “profezia” ci proietta nelle sfere della religione, della filosofia, della letteratura oltre che dell'arte, rinviando immediatamente il nostro pensiero innanzitutto al mondo biblico, o alle potenti immagini degli affreschi michelangioleschi, quindi ai testi di Nietzsche, in particolare al suo Così parlò Zarathustra, o, ben che vada, a film di carattere apocalittico.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO ATTEMS-PETZENSTEIN
  • Indirizzo: Piazza Edmondo De Amicis 2 - Gorizia - Friuli-Venezia Giulia
  • Quando: dal 24/11/2012 - al 06/01/2013
  • Vernissage: 24/11/2012 ore 18
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: 10 - 17 lunedì chiuso 25 dicembre: chiuso 1 gennaio: 13.30 -17
  • Patrocini: Promossa da Provincia di Gorizia, Assessorato alla Cultura Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia

Comunicato stampa

Profezie:
alzando lo sguardo al cielo


Scegliere per una mostra d'arte contemporanea un tema legato alle profezie può apparire, ad una prima impressione, sicuramente pretenzioso. Il termine “profezia” ci proietta nelle sfere della religione, della filosofia, della letteratura oltre che dell'arte, rinviando immediatamente il nostro pensiero innanzitutto al mondo biblico, o alle potenti immagini degli affreschi michelangioleschi, quindi ai testi di Nietzsche, in particolare al suo Così parlò Zarathustra, o, ben che vada, a film di carattere apocalittico


Un ricchissimo patrimonio di immagini derivanti dall'Antico Testamento o dai poemi omerici, da tradizioni orientali e occidentali antiche e moderne, può mescolarsi difronte ai nostri occhi richiamandoci alla memoria veri o finti profeti, veri o falsi oracoli, storie di segnali inequivocabili riguardanti il futuro rimasti inascoltati. Restringendo il campo e pensando all'ambito che più da vicino ci riguarda, ossia alla storia dell'arte, possiamo quindi facilmente individuare alcuni protagonisti eccezionali che attraverso la loro opera hanno indubbiamente anticipato aspetti, sensibilità, visioni del mondo di là da venire: Leonardo, Picasso, Warhol, solo per fare i nomi a tutti più noti.
Ma la domanda è: è ancora possibile concepire l'arte in un'ottica profetica? E in che termini ci possiamo porre attraverso l'arte nei confronti del destino, del nostro essere, del tempo?
Ebbene, nonostante qualche inevitabile citazione all'arte del passato che può comparire qua e là in qualche scultura, pittura o video installazione, nonostante qualche ripresa di qualche divinità proveniente da mitologie sumere e babilonesi, le opere raccolte in questo catalogo intendono offrirsi in primo luogo come sguardo diverso, nuovo, specificatamente laico e personale, proiettato su un di là da venire in forma molto concreta e assolutamente non velleitaria.
Uno sguardo capace di confrontarsi con il passato e nel presente per tentare di indagare il futuro; per tentare di dare un senso ad una progettualità, di dare un senso a ciò che ci circonda; cercando un indizio, una qualche indicazione.
Per provare, in fondo, a rispondere molto semplicemente all'eterna domanda: da dove veniamo? chi siamo? dove andiamo?

Franca Marri
(dal testo in catalogo)

Artisti presenti

Rossano Bertolo
Antonio Colmari
Ivan Crico
Lia Del Buono
Alfred de Locatelli
Paolo Figar
Sergio Figar
Maurizio Frullani
Paola Gasparotto
Arianna Gasperina
Maurizio Gerini
Alessandra Ghiraldelli
Francesco Imbimbo
Silvia Klainscek
Damjan Komel
Claudio Mrakic
Stefano Ornella
Alessio Russo
Nika Šimac
Franco Spano’
Lara Steffe