Presi per incantamento – le donne nei versi di Dante

Venezia - 09/08/2013 : 09/08/2013

Uno spettacolo composto da una serie di quadri iconografici danteschi interattivi che, reagendo alle coreografie della danzatrice, animano letture tratte dalla Vita Nova e la Divina Commedia.

Informazioni

  • Luogo: HOTEL BAUER
  • Indirizzo: San Marco 1459, 30124 - Venezia - Veneto
  • Quando: dal 09/08/2013 - al 09/08/2013
  • Vernissage: 09/08/2013 ore 20
  • Generi: performance – happening, serata – evento, teatro
  • Orari: Primo spettacolo: ore 20:00 Secondo spettacolo: ore 21:00
  • Biglietti: ingresso libero fino a esaurimento posti
  • Uffici stampa: VILLAGGIO GLOBALE

Comunicato stampa

Zuecca Project Space - in occasione del 42. Festival Internazionale di Teatro della Biennale di Venezia, ha il
piacere di presentare - grazie alla collaborazione con UBIK teatro di Vicenza -
“Presi per incantamento - le Donne nei versi di Dante” : uno spettacolo
composto da una serie di quadri iconografici danteschi interattivi che, reagendo
alle coreografie della danzatrice, animano letture tratte dalla Vita Nova e la Divina Commedia.

Una coreografia coinvolgente, costituita da una
partitura corporea che interagisce con le immagini proiettate,
immerge lo spettatore in un’atmosfera onirica fatta di suoni, voci, gesti e musiche



Durante lo spettacolo – che si terrà nella splendida cornice del Salone delle Feste del BAUER Hotel - il movimento
della danzatrice, in accordo con la traccia sonora, esplora le parole del testo dantesco e si
fa guidare dalla timbrica della voce recitante.
Il corpo diventa soggetto dell’accadere, ogni movimento
infatti provoca delle immagini e la danza è il linguaggio usato per dialogare con esse.

L’affiancamento di una lettura di stampo classico a una scelta musicale elettronica e contemporanea
permette inoltre un nuovo tipo di ascolto e visione, proiettata verso un immaginario dantesco
fatto di luci, azzardi gestuali e poeticità nel corpo e nella voce.

Al dì là della forza interpretativa
della coreografa e dell’attrice, lo spettacolo si contraddistingue per la particolare elaborazione
delle proiezioni applicate alla danza: un modo per sottolineare la versatilità dell’opera dantesca,
sempre in grado di rendersi interessante e fruibile ad un pubblico eterogeneo.

------

L’interprete vocale Francesca Sarah Toich, per due volte vincitrice del Lauro dantesco a Ravenna
(2005 e 2008 ad Honorem) viene accompagnata nella narrazione dalle proiezioni interattive
di Andrea Santini e le coreografie di Giada Meggiolaro.