Premio Piero Siena Preis 2022

Bolzano - 10/05/2022 : 30/05/2022

La presentazione dei tre artisti e artiste vincitori/trici del primo Premio Piero Siena Preis 2022 e delle opere scelte dalla Giuria si terrà a Bolzano presso il Centro Trevi – Trevilab.

Informazioni

  • Luogo: CENTRO TREVI
  • Indirizzo: Via Dei Cappuccini 28 - Bolzano - Trentino-Alto Adige
  • Quando: dal 10/05/2022 - al 30/05/2022
  • Vernissage: 10/05/2022 no
  • Generi: arte contemporanea, presentazione, collettiva
  • Orari: dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 19.00, il sabato dalle 10.00 alle 13.00. Il 7 settembre 2022 è prevista anche la presentazione ufficiale dei vincitori e delle opere presso il MAXXI. Sono previste successive edizioni del Premio.

Comunicato stampa

Un nuovo progetto per sostenere e valorizzare la produzione artistica sul territorio altoatesino.

Il Premio Piero Siena Preis 2022 si presenta

L’Ufficio Cultura della Ripartizione Cultura Italiana - Provincia Autonoma di Bolzano presenta il Premio Piero Siena Preis 2022, un nuovo progetto per valorizzare gli artisti e artiste operanti sul territorio altoatesino sostenuti dall’Ufficio Cultura della Provincia nel corso degli ultimi venticinque anni. Il Premio, la cui ideazione è avvenuta nel difficile periodo della pandemia, si somma alle parallele pratiche di sostegno alle Arti organizzate dall’Ufficio Cultura



La prima edizione vanta la collaborazione con due prestigiosi musei: il MAXXI - Museo per le arti del XXI secolo a Roma, e Museion – Museo di arte moderna e contemporanea di Bolzano.

L’aspetto innovativo e di grande attualità dell’iniziativa per questa prima edizione, è l’acquisizione nella collezione permanente rispettivamente del MAXXI della prima opera classificata, e di Museion per la seconda e terza classificate.



Un premio dedicato a Piero Siena

Pittore, autore, critico, storico dell’arte, manager, corridore e organizzatore instancabile, fondatore e direttore di Museion, Piero Siena è una personalità che ha saputo lasciare una profonda impronta nella vita culturale altoatesina. Il suo carisma, visionarietà e determinazione sono stati risolutivi per dare vita a progetti di grande respiro come Museion, il museo di arte moderna e contemporanea di Bolzano, e per avviarne in modo solido la collezione. Cifra distintiva della sua esistenza sono state la passione, le battaglie culturali, politiche ed economiche, l’intima e quasi fraterna amicizia con numerosi artisti e con i suoi interlocutori e collaboratori. A lui si deve anche, con largo anticipo sul XXI secolo, la concezione di confine inteso come luogo dell’osmosi, del confronto e quindi dell’interazione tra culture costruite e non subite. Il Premio è dunque un omaggio a un protagonista del XX secolo che ha fatto dell’amore per l’arte e il pensiero libero l’impegno di una vita.


Obiettivi del Premio

Il Premio, che avrà una cadenza biennale, intende offrire nuove e concrete opportunità alle artiste e agli artisti del territorio altoatesino, valorizzandone la spinta creativa e le potenzialità.

La sua finalità principale è quella di offrire un accesso alle grandi istituzioni culturali. Per l’edizione 2022 offre l’opportunità di entrare nelle collezioni di un grande museo nazionale e di altri importanti musei le cui attività si concentrano sull’arte moderna e contemporanea: una prospettiva rivolta quindi al futuro dei e delle protagoniste della cultura visuale del territorio attraverso nuove forme di committenza pubblica e di promozione dell’arte figurativa locale al di fuori dei confini territoriali.

Il progetto, che punta a qualificarsi anche come best practice per altre realtà regionali, intende verificare nuove pratiche sul territorio e condividere intenti innovativi con le istituzioni coinvolte.



Prima edizione del Premio: la struttura e il funzionamento

Il Premio Piero Siena Preis 2022 si articola secondo uno schema semplice e funzionale: una prima Commissione costituita ad hoc e composta dalla storica dell’arte Paola Bassetti, da Frida Carazzato, assistente curatoriale di Museion, e dalla critica e curatrice Paola Tognon ha esaminato il lavoro di un vasto numero di artiste e artisti attivi o provenienti dal territorio dell’Alto Adige. Si tratta di circa 130 artisti e artiste, alcuni dei quali non più viventi, che negli ultimi venticinque anni hanno goduto, per i loro percorsi e progetti, di un sostegno pubblico dell’Ufficio Cultura italiana della Provincia di Bolzano-Alto Adige.



La short list degli artisti

Scandagliare l’espressione di un territorio, capirne le caratterizzazioni, ma anche le contraddizioni e diverse forme autoriali. Su questo terreno si è mosso il lavoro della Commissione di preselezione del Premio Piero Siena.

La Commissione, composta dalla storica dell’arte Paola Bassetti, da Frida Carazzato, assistente curatoriale di Museion, e dalla critica e curatrice Paola Tognon, ha compiuto un profondo lavoro di indagine che ha coinvolto i lavori di oltre 130 artiste e artisti attivi o provenienti dall’Alto Adige che negli ultimi 25 anni hanno operato in questo territorio e che hanno goduto, per i loro percorsi e progetti, di un sostegno pubblico da parte dell’Ufficio Cultura italiana della Provincia di Bolzano-Alto Adige.



Gli artisti della short list sono:

Stefano Bernardi (1970)

Carla Cardinaletti (1971)

Mario Dall’Aglio (1927-2016)

Daniela Chinellato (1950)

Claudia Corrent (1980)

Nicolò Degiorgis (1985)

Maura Delpero (1975)

Egeon (1990)

Bruno Faidutti (1955-2014)

Silvia Hell (1983)

Rina Riva (1922-2009)



La short list realizzata dalla Commissione è stata dunque oggetto di un’ulteriore analisi e selezione da parte di una Giuria composta da Bartolomeo Pietromarchi, direttore di MAXXI Arte, Bart van der Heide, direttore di Museion, e da Paola Tognon che ha decretato i tre vincitori.

Grazie alla collaborazione con due prestigiosi musei quali il MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo, e Museion – Museo di arte moderna e contemporanea di Bolzano, l’opera vincitrice del primo premio entrerà nella collezione del MAXXI, mentre la seconda e terza nella collezione di Museion.

Di grande importanza il lavoro critico operato dai Direttori delle Istituzioni che ha rivelato un percorso di senso rivolto alla qualità e attualità dei premi, alle specifiche poetiche delle artiste e degli artisti, al dialogo con le comunità di origine. Tutto ciò considerando le stesse collezioni delle istituzioni coinvolte così da garantire alle opere e agli artisti e artiste un’accoglienza che ne favorirà visibilità e circuitazione.



Presentazione dei vincitori del Primo Premio Piero Siena

La presentazione dei tre artisti e artiste vincitori/trici del primo Premio Piero Siena Preis 2022 e delle opere scelte dalla Giuria si terrà a Bolzano presso il Centro Trevi – Trevilab il 10 maggio 2022.

L’esposizione delle opere durerà fino al 30/05/2022 con i seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 19.00, il sabato dalle 10.00 alle 13.00.

Il 7 settembre 2022 è prevista anche la presentazione ufficiale dei vincitori e delle opere presso il MAXXI. Sono previste successive edizioni del Premio.