Premio Francesco Fabbri per le Arti Contemporanee

Pieve di Soligo - 29/11/2014 : 21/12/2014

In mostra finalisti della terza edizione del Premio Francesco Fabbri per le Arti Contemporanee.

Informazioni

Comunicato stampa

Le giurie hanno decretato i finalisti della terza edizione del Premio Francesco Fabbri per le Arti Contemporanee che esporranno nella mostra collettiva a cura di Carlo Sala nella suggestiva cornice di Villa Brandolini a Pieve di Soligo, in provincia di Treviso

Tra le numerose opere candidate sono risultate finaliste della sezione “Arte emergente” dedicata agli under 35 quelle di: Paola Angelini, Matteo Antonini, Filippo Armellin, Edoardo Aruta, Martin-Emilian Balint, Fatima Bianchi, Pamela Breda, Francesco Cardarelli, Claudio Corfone, Veronica de Giovanelli, Andrea Delai, Sara Faccin, Silvia Giambrone, Daniele Giorgis, Anna Gramaccia, Francesco Irnem, Francesca Longhini, Filippo Luini, Elena Mazzi, Ryts Monet, Anna Pavone, Barbara Prenka, Nuvola Ravera, Giovanni Sartori Braido, Patrizia Emma Scialpi, Caterina Silva, Claudia Sinigaglia, Valentina Sommariva, Adriano Valeri e Špela Volčič. I finalisti della sezione “Fotografia contemporanea” invece sono: Giulia Agostini, Valentina Boner, Sanghita Bruno, Andrea Buzzichelli, Marco Cadioli, Stefano Cagol, Chiara Corica, Paola Dallavalle e Fulvio Guerrieri, Alessandro Dandini de Sylva, Giuseppe De Mattia, Christian Fogarolli, Eva Frapiccini, Marcello Galvani, IOCOSE, Simona Luchian, Giovanni Mantovani, Silvia Mariotti, Luca Massaro, Tommaso Mori, Sylvia Morin, Stefano Parrini, Lucia Pizzinato, Luca Pozzi, Giovanni Presutti, Wu Rui, Fabio Sandri, Alberto Sinigaglia, Enrico Smerilli, Lamberto Teotino e The Cool Couple. La composizione delle Giurie del Premio ha potuto annoverare autorevoli critici e curatori: per la sezione “Arte emergente” Ilaria Bonacossa, Andrea Bruciati, Stefano Coletto e Raffaele Gavarro; per la sezione “Fotografia contemporanea” Walter Guadagnini, Luca Panaro, Valentina Tanni e Francesco Zanot, con la partecipazione ad entrambe di Carlo Sala, curatore del Premio. Il 29 novembre, contestualmente al vernissage della mostra, avverrà la premiazione in cui saranno proclamati i vincitori assoluti delle due sezioni che riceveranno un premio acquisto di 5.000 euro l’uno e vedranno le loro opere entrare nella collezione della Fondazione Fabbri; sempre in quella occasione ci sarà la consegna del Premio Acquisto Rotary Club di Asolo e Pedemontana del Grappaper una ammontare di 2500 euro.Saranno annunciate inoltre le menzioni speciali che le giurie hanno voluto attribuire ad alcuni lavori particolarmente significativi ed emblematici della contemporaneità. La Fondazione Fabbri continua così il suo impegno nella valorizzazione dei linguaggi del contemporaneo creando una mappatura degli autori che si distinguono per una ricerca attinente alle istanze del presente; Premio Francesco Fabbri vuole compiere un’opera di scouting delle varie tendenze che compongono il mosaico dell’arte visiva attuale evidenziandone i caratteri maggiormente innovativi.