Prato-Sarajevo Art Invasion #1

Prato - 07/05/2014 : 07/05/2014

Lo spazioK accoglie la prima tappa di avvicinamento all'invasione artistica della città di Prato che i protagonisti di Prato-Sarajevo Art Invasion stanno preparando per le prime settimane di giugno.

Informazioni

Comunicato stampa

Gli artisti Gaetano Cunsolo, Valentina Lapolla, Giacomo Laser e Giulia del Piero dialogano con il rapper Blebla e il giornalista Giorgio Bernardini in un incontro coordinato da Alessio Bertini.
ingresso gratuito

Lo spazioK accoglie la prima tappa di avvicinamento all'invasione artistica della città di Prato che i protagonisti di Prato-Sarajevo ART INVASION stanno preparando per le prime settimane di giugno. Il 7 maggio alle 18.00 Alessio Bertini coordina l’incontro con gli artisti Gaetano Cunsolo, Valentina Lapolla, Giacomo Laser e Giulia Del Piero in dialogo con il giornalista Giorgio Bernardini e il rapper pratese Blebla

Al centro dell'incontro la narrazione della città e della sua trasformazione indagata attraverso lo sguardo attivo degli artisti e degli ospiti coinvolti; un sorta di tavolo pubblico di lavoro per assemblare collettivamente racconti e visioni.

Questo incontro, insieme ai tre che si svolgeranno allo Spazio d’arte Alberto Moretti, a Dryphoto arte contemporanea e nel Giardino Banci Buonamici, vuole attivare una pratica di dialogo collettivo che metta insieme il percorso progettule degli artisti alla valenza pubblica del loro operare. Nella loro diversità questi appuntamenti sono pensati come momenti di un unico discorso complesso sull'identità culturale di questo territorio, che porterà a quello che poi gli artisti faranno nello spazio pubblico tra il 3 e il 12 giugno. Conoscere da vicino e un poco alla volta lo sguardo degli artisti, entrare in dialogo con il loro percorso progettuale, vederli alle prese con delle piccole personali, delle micro-performance, dei momenti in cui, grazie alla mediazione di esperienze e personalità del luogo e allo scambio di pratiche e idee, possano trovare un modo per raccontare a voce alta quello che stanno leggendo e decifrando del territorio in cui sono stati chiamati a operare. Il progetto di residenza Prato-Sarajevo ART INVASION ha voluto infatti coinvolgere artisti che fanno dell’aspetto relazionale l’atteggiamento fondamentale del loro metodo di lavoro, in modo da poter attivare un dialogo con la comunità e il territorio, la sua storia, le sue prospettive future, fornendo strumenti di conoscenza per leggere e comprendere la complessitá della realtà contemporanea.

Prossimi appuntamenti in programma per avvicinare progressivamente spazi, soggetti, temi:
15 maggio Spazio d'arte Alberto Moretti con gli artisti Emma Grosbois, Virginia Zanetti;
19 maggio Dryphoto arte contemporanea con gli artisti Olga Pavlenko, Lori Lako;
5 giugno Giardino Banci Buonamici con gli artisti Francesca Banchelli, Lana Cmajcanin, Bojan Stojcic.

Gaetano Cunsolo (Catania 1986, vive e lavora tra Firenze e Milano) Il lavoro di Cunsolo si compone di ricerche estetiche e indagini sull’arte attente all’implicazione dei modelli relazionali e alle connessioni con la sfera pubblica. Progetti di intervento nello spazio urbano e l’organizzazione di cicli e processi di coscienza civile si traducono in appunti, disegni, performance, video e altre formalizzazioni trasversali rispetto alla scelta del medium.

Valentina Lapolla (Prato 1979, dove vive e lavora) Di stampo concettuale, il lavoro di Valentina Lapolla si sviluppa in costante dialogo con la realtà; particolare attenzione è rivolta alla relazione che viene intesa come essenziale nella determinazione del sé.. Inizia il suo lavoro all’interno del gruppo SenzaDimoraFissa, laboratorio che fa propria la pratica artistica come modalità che contribuisce alla definizione e formazione di una società in transizione. Prosegue il suo lavoro utilizzando diversi mezzi, dalla fotografia alla performance, con il costante riferimento al pensiero e alla pratica femminista della differenza e alle questioni razziali e postcoloniali.

Giacomo Laser Giulia Del Piero (Ivrea 1985 – Bressanone 1986, vivono e lavorano a Firenze) suonano, parlano, urlano, gridano, piangono, saltano, girano, ridono, ballano, rotolano, marciano, si muovono, appassiscono, rifioriscono, iniziano, si sporcano, si baciano, mordono, camminano, guardano, sentono, mangiano, ascoltano, provano, non riescono, salgono, restano, tolgono, assomigliano. Formano un duo nel campo della musica elettronica al limite della performance: musica scarna, campionamenti di bassa qualità, strumenti a fiato suonati come in mano a un bambino. Cercano insieme agli spettatori di trovare e spiegare un capro espiatorio nascosto da qualche parte nelle righe dei quotidiani, nelle parole delle persone, nei desideri degli animali domestici che pensano a noi come delle divinità.

Alessio Bertini è laureato in Storia e tutela dei beni artistici presso l’Università di Firenze. Dal 2007 collabora continuativamente con il Centro di Cultura Contemporanea Strozzina (Fondazione Palazzo Strozzi) di Firenze. È tra i fondatori di Private Flat, manifestazione artistica diffusa che si svolge a Firenze dal 2006.

Blebla, al secolo Marco Lena, nasce il 1 maggio 1984 a Prato. Esordisce come dj nel 2000 per poi passare al rap nel 2007 e affermarsi sulla scena nazionale con il viral video di Prato, ironica e graffiante dichiarazione d'amore per la sua città che ha dilagato in rete. Ospite di numerose emittenti, tra cui radio DeeJay, raccoglie l'interessamento di artisti affermati aprendo i live di rapper come J-ax , Frankie Hi Nrg , Mondomarcio. All'attivo ha tre album e tre ep, in uscita a maggio il nuovo singolo W gli sposi.

Giorgio Bernardini è giornalista professionista. Ha 32 anni ed è di Urbino. Laureato in Sociologia, ha scritto per il Sole 24 Ore, l'Agi, Il Messaggero. A un certo punto della sua gavetta il Corriere Fiorentino (inserto toscano del Corriere della Sera) gli ha offerto un contratto. Lui ha accettato e l'hanno spedito a raccontare Prato. Era il 2010. Dopo un anno è diventato anche corrispondente dell'Ansa. Nel 2014 è uscito Chen contro Chen, il suo primo libro edito da Round Robin.

Prato-Sarajevo ART INVASION è un progetto di residenza per giovani artisti attivi in Toscana e Bosnia nell'ambito di Toscanaincontemporanea 2013 che si svolge a Prato tra aprile e giugno 2014.
Il progetto è curato e realizzato da Centro per l’arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato con Dryphoto arte contemporanea e Kinkaleri in collaborazione con Comune di Prato, Comune di Carmignano e Spazio d’Arte Alberto Moretti, Carmignano (PO). In collegamento con ARS AEVI – Museo d’Arte Contemporanea, Sarajevo. Gli enti promotori sono Regione Toscana, Provincia di Prato.

Artisti invitati: Francesca Banchelli, Lana Cmajcanin, Gaetano Cunsolo, Emma Grosbois, Lori Lako, Valentina Lapolla, Giacomo Laser e Giulia del Piero, Olga Pavlenko, Bojan Stojcic, Virginia Zanetti.