Pitti Immagine e Cruciani insieme

Firenze - 18/09/2012 : 18/09/2012

In occasione della Vogue Fashion’s Night Out di Firenze, dalla collaborazione di Pitti Immagine e Cruciani nasce una speciale limited edition dei celebri braccialetti di Cruciani, uno degli oggetti di culto del 2012.

Informazioni

Comunicato stampa

Pitti Immagine e Cruciani insieme
per la Vogue Fashion’s Night Out di Firenze

In occasione della Vogue Fashion’s Night Out di Firenze, martedì 18 settembre 2012, dalla collaborazione di Pitti Immagine e Cruciani nasce una speciale limited edition dei celebri braccialetti di Cruciani, uno degli oggetti di culto del 2012.
In esclusiva per la serata del 18 settembre, i braccialetti – in colore rosso e con l’acronimo ormai famoso VFNO – saranno venduti al prezzo di 10 euro nell’edicola di Piazza Goldoni, punto d’incontro di numerose iniziative dedicate alla notte della moda firmata da Vogue Italia

Con un inedito design, curato per Pitti Immagine da Alessandro Moradei e dal team creativo di Cruciani, l’edicola si rivestirà per alcune ore di nuova luce, all’insegna della moda e della beneficenza. Il ricavato della vendita sarà infatti devoluto alle popolazioni dell’Emilia colpite duramente dal terremoto.
“Per noi di Pitti è stato naturale aderire alla prima VFNO organizzata da Vogue Italia a Firenze – dice Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine – e siamo davvero orgogliosi di fare la nostra parte. Anzitutto voglio ringraziare di cuore Cruciani perché il loro aiuto è stato determinante: hanno dimostrato sensibilità, amicizia e concretezza. Era importante dare un contributo per ricostruire laddove il terremoto della scorsa primavera ha colpito più duramente: nelle nostre fiere espongono tante belle aziende emiliane, che comunque già ai Pitti di giugno avevamo visto reagire con prontezza e coraggio. Poi – conclude Napoleone - siamo convinti che Firenze risponderà ancora una volta con entusiasmo al richiamo della moda, soprattutto in un’occasione come questa, con un’atmosfera più sciolta, aperta e divertente. E il primo a rispondere è stato proprio l’edicolante di piazza Goldoni: un sincero grazie anche a lui!”.