Pino Lia – Per Corsi d’Arte nel Falterona

San Godenzo - 29/07/2012 : 26/08/2012

Personale di Pino Lia al Centro Visita del Parco Nazionale e immersi nella natura installazione site specific “cono d’ombra” nel percorso del Parco alla Grotta delle Fate.

Informazioni

Comunicato stampa

L’Associazione Andrea del Castagno promuove la prima residenza d’artista nello splendido panorama del Parco Nazionale sul Monte Falterona.
Il progetto curato da SITART, portale di arte contemporanea, vuole essere una fusione tra arte e ambiente naturale, dove l’artista costruisce la sua installazione immergendosi e relazionandosi con il contesto che lo circonda, in un processo creativo basato sul rispetto e sull’osservazione, traendone da questi ispirazione e stimolo.

L’artista invitato quest’anno a confrontarsi con il percorso proposto dall’Associazione Andrea del Castagno è Pino Lia, milanese, diplomatosi all’Accademia di Brera


La sua ricerca è rivolta ad approfondire il tema della multiculturalità, il lavoro come luogo delle contaminazioni e delle relazioni non soltanto nelle tecniche, ma anche nei più svariati materiali utilizzati per la realizzazione delle installazioni.
L’artista ospite dell’Associazione per una settimana, animerà il Centro Visita del Parco con le sue più significative installazioni che lo hanno contraddistinto in questi anni, come “Cairo con teste” un'opera lunga 12 metri con i cappelli di tutte le tradizioni del mondo.
Pino Lia sarà immerso nel Parco alla “Grotta delle Fate” un naturale parco didattico, un ambiente suggestivo con caratteristiche morfologiche, botaniche e la presenza di tracce di quasi tutti i mammiferi selvatici presenti nel Parco Nazionale… è questa la location per l’installazione site specific “cono d’ombra” dove l’artista utilizzando i riferimenti storici, le leggende, le fate e i segni impressi nell’ambiente circostante, darà vita all’opera che segnerà il percorso.
Per Corsi d’Arte nel Falterona nasce dal desiderio dell’Associazione Andrea del Castagno di far vivere in un modo consapevole, rispettoso dell’ambiente l’area protetta del Parco, sviluppando progetti che inseriscono questo territorio nei circuiti internazionali dell’arte contemporanea.
Camminare, Vivere e Ascoltare la Natura, Incontrarsi e Condividere, Giocare e Divertirsi.
Quattro sono gli incontri ideati: per conoscere e appropriarsi e approcciarsi agli ambienti naturali dei nostri boschi in una forma sostenibile e di contaminazione culturale.

Inaugurazione 29 Luglio 2012 ore 18,00
Con l’intervento:
Alessandro Manni, Sindaco di San Godenzo
Carlo Visca con Giropoggio, responsabile della gestione Centri Visita del versante fiorentino del Parco
Carlo Boni, presidente dell'Associazione Culturale Andrea del Castagno
Angelo Caruso, direttore artistico di SITART
Performance di Pino Lia “Frammenti Naturali” con improvvisazioni jazz di Duccio Santini al Sax.