Pills – Emanuele Marullo / Michele Rava

Torino - 04/11/2018 : 04/11/2018

All’interno del circuito di NESXT Independent Art Festival inaugura la terza edizione di PILLS, che vede protagonisti gli scultori Emanuele Marullo e Michele Rava.

Informazioni

Comunicato stampa

Pills
Emanuele Marullo e Michele Rava
Dom. 04/11 h.10

| Please, scroll down for English︱

| PILLS︱Emanuele Marullo e Michele Rava
a cura di Giulia De Giorgi e Maria Elena Marchetti

All’interno del circuito di NESXT Independent Art Festival inaugura la terza edizione di PILLS, che vede protagonisti gli scultori Emanuele Marullo e Michele Rava. I due artisti, collaboratori e amici, hanno scelto di lavorare insieme nell’ideazione e nella creazione di un’installazione in cui si intrecciano le pratiche e le identità scultoree dei due artisti

Condividendo un saper fare tecnico e una curiosità che procede per tentativi con i materiali, hanno generato un universo di oggetti a partire da un modello archetipico, legato all’idea di contenitore.

PILLS è un progetto che nasce nel 2016 con l’idea di far conoscere la realtà dei giovani artisti dell’Accademia torinese, cui viene offerta un'opportunità di visibilità durante i giorni di Artissima, in occasione di Colazione a Barriera. Non è solo un’opportunità per esporre ed esporsi, ma è esso stesso punto d’innesco e ragione per porre in dialogo due differenti modalità di progettazione, produzione ed esposizione. Tale progetto lascia molta libertà agli artisti nello sviluppo delle proprie tematiche, con il solo vincolo di un orientamento site specific: a ospitare la mostra sono infatti gli spazi non solitamente adibiti ad area espositiva.

||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||

Barriera è un’associazione no-profit fondata nel 2007 da un gruppo di collezionisti. Barriera ospita uno spazio espositivo, una sala per incontri e un deposito di opere all’interno di un’ex fabbrica farmaceutica in Barriera di Milano – quartiere operaio e multiculturale di Torino. Dal 2016 Giulia De Giorgi, Sergey Kantsedal, Clara Madaro e Maria Elena Marchetti hanno preso in gestione lo spazio. Dal 2018 la programmazione di Barriera è suddivisa in tre contenitori che riflettono la sua natura policentrica: Mirror e Colazione (Barriera Classic); progetti ospitati di altre realtà artistiche (Barriera Host); mostre/eventi curati da uno o più membri del gruppo, orientati alla condivisione di pratiche e la sperimentazione di format (Barriera Dwell). Tutte e tre sezioni sono coordinate da Sergey Kantsedal.

||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||

︱English version︱

As part of the NESXT Independent Art Festival, the third edition of PILLS opens, featuring the sculptors Emanuele Marullo and Michele Rava. The two artists, collaborators and friends, have chosen to work together in the conception and creation of an installation in which the practices and the sculptural identities of the two artists are intertwined. Sharing a technical know-how and a curiosity that proceeds by attempts with materials, they have generated a universe of objects, starting from an archetypal model, linked to the idea of ​​container.

PILLS is a project that was born in 2016 with the idea of ​​presenting the reality of the young artists of the Turin Academy, by giving a chance for visibility during the days of Artissima, on the occasion of Colazione a Barriera. It is not only an opportunity to exhibit and to show themselves, but it is itself a trigger point and a way to put in dialogue two different modes of planning, producing and exhibiting. This project leaves a lot of freedom to the artists in the development of their themes, with the only commitment of a site specific orientation: in fact, the spaces that are not usually used as an exhibition area host the project.

||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||

Barriera is a non-profit cultural association founded in 2007 by a group of collectors. Barriera hosts exhibition space, a meeting room, and art storage facilities in a former pharmaceutical factory in Barriera di Milano, a multicultural working class neighborhood in Torino. Giulia De Giorgi, Sergey Kantsedal, Clara Madaro and Maria Elena Marchetti have been running the space since 2016. The Barriera program has been divided into three containers that reflect its polycentric nature since 2018: Barriera Сlassic is dedicated to historical projects like Mirror and Colazione; Barrier Host hosts projects of other cultural entities; Barriera Dwell features projects and events curated by one member of the group oriented to sharing practices through experiments in format. All three are coordinated by Sergey Kantsedal.