Pietro Piccoli – Luce senza fine

Roma - 04/12/2012 : 04/01/2013

In mostra 29 opere del pittore Pietro Piccoli, artista formatosi tra i maestri più rappresentativi della nostra avanguardia, fra i quali presto si distingue per un modus operandi proprio e personale, in cui inserisce elementi tipici della cultura figurativa italiana.

Informazioni

Comunicato stampa

Il 4 dicembre 2012, presso la Camera dei deputati, Complesso di Vicolo Valdina, Sale del Cenacolo e della Sacrestia, Vicolo Valdina 3a, Roma, si inaugura la mostra Luce senza fine, a cura di Giancarlo Bonomo.

In mostra 29 opere del pittore Pietro Piccoli, artista formatosi tra i maestri più rappresentativi della nostra avanguardia, fra i quali presto si distingue per un modus operandi proprio e personale, in cui inserisce elementi tipici della cultura figurativa italiana.

Sono proprio gli scorci e i paesaggi marini d'Italia i principali temi dei suoi racconti pittorici, delineati dalla luce

La luce è la vera protagonista della mostra: una luce d'alba, trasparente e cristallina, o calda e vitale come quella di un pomeriggio assolato.

Piccoli costruisce situazioni compositive nel silenzio del tempo, a sua volta perduto nell'eternità dell'arte. Paesi italiani raffigurati con case incastrate come giochi per bambini sono il naturale centro compositivo. Architetture solari, semplicissime case di pescatori, costruzioni in pietra aggrovigliate testimoniano, o perlomeno evocano presenze umane lontane, invisibili vite silenti che non vogliono comparire.

L'uomo è altrove, impigliato e impegnato in cose lontane...

I dipinti di Piccoli regalano all'osservatore istanti di quiete, trasformando l'emozione in ricchezza interiore. I suoi lavori permettono la riscoperta di valori quali il sentimento di comunità e l'immediatezza del rapporto fra cittadini e Istituzioni, presupposti necessari della vitalità dell'ordinamento democratico.

L'Autore, attraverso i riflessi della "luce senza fine" trasmette un profondo messaggio di bellezza e cultura di cui, da sempre, gli artisti italiani sono interpreti in tutto il mondo.

L'evento è stato organizzato dalla Galleria d'Arte Firme d'Autore, con il patrocinio del Comune di Latina e in collaborazione con le Associazioni Multibase e VersOltre. Il progetto grafico è stato curato da Fabio D'Achille, Studio 24 Latina.