Piero Simondo – Percorsi di-segni

Cosio d'Arroscia - 02/06/2016 : 03/07/2016

La mostra al Museo delle Erbe, grazie anche all’impulso dato dalla neonata Associazione Archivio Simondo, vuole avviare un nuovo percorso di valorizzazione dell’opera dell’artista,
 presentando una selezione di 24 opere che documentano quarant’anni di attività, ricerca e sperimentazione, scelte e commentate da Daniela Lauria.

Informazioni

  • Luogo: MUSEO DELLE ERBE
  • Indirizzo: Cosio d'Arroscia - Cosio d'Arroscia - Liguria
  • Quando: dal 02/06/2016 - al 03/07/2016
  • Vernissage: 02/06/2016 ore 17,30
  • Autori: Piero Simondo
  • Curatori: Daniela Lauria
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

Giovedì 2 giugno, alle ore 17.30, si inaugura presso la sede del Museo delle Erbe di Cosio d’Arroscia (IM) l’esposizione di 24 opere di Piero Simondo, curata da Daniela Lauria. Sarà presente l’artista.
La mostra sarà aperta fino al 3 luglio.


Piero Simondo è stato - insieme a Pinot Gallizio e a Guy Debord - uno dei fondatori dell’Internazionale Situazionista: la neoavanguardia artistica, tornata negli anni recenti di grande attualità, venne costituita nell’estate del 1957 proprio a Cosio d’Arroscia, nella casa di Piero Simondo



La mostra al Museo delle Erbe, grazie anche all’impulso dato dalla neonata Associazione Archivio Simondo, vuole avviare un nuovo percorso di valorizzazione dell’opera dell’artista,
 presentando una selezione di 24 opere che documentano quarant’anni di attività, ricerca e sperimentazione, scelte e commentate da Daniela Lauria.

Il titolo adottato per questa esposizione - “Simondo. Percorsi Di-segni” - trae spunto dal titolo di uno dei primi lavori di Simondo presenti nella mostra, “Di-segni” (1955), e allude ai numerosi percorsi sperimentali dell’autore, sempre connotati da un’importante valenza segnica, sia in chiave estetica sia semantica.

In tal quadro, la mostra propone le prime opere degli anni Cinquanta - eseguite adottando un linguaggio espressionista astratto, in profonda affinità con il lavoro di Asger Jorn (Gruppo CoBrA), grande amico di Simondo e stretto sodale nelle avventure della Bauhaus immaginista e del Situazionismo - seguiti dalle sperimentazioni “topologiche” su tela degli anni Sessanta, dai collage sociologici degli anni Settanta e dai lavori realizzati durante l’esperienza didattica condotta nella facoltà di Pedagogia dell’Università di Torino, tra gli anni Settanta e Novanta.

Si segnala come alla mostra presso il Museo delle Erbe di Cosio d’Arroscia, si affianchi idealmente un secondo progetto espositivo dell’opera del Maestro, intitolato significativamente “Laboratorio Simondo”, che sarà inaugurato a Cuneo negli spazi di Palazzo Samone il prossimo 10 giugno.