Pierluigi Schiappapietre – Mare dentro

Torino - 05/02/2019 : 23/02/2019

Il progetto “Mare dentro” di Pierluigi Schiappapietre ha come protagonista il mare, la sua profondità misteriosa e la sua grande forza.

Informazioni

  • Luogo: MUTABILIS
  • Indirizzo: Via Dei Mille 25/c - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 05/02/2019 - al 23/02/2019
  • Vernissage: 05/02/2019 ore 18
  • Autori: Pierluigi Schiappapietre
  • Generi: fotografia, personale
  • Orari: da martedì a venerdì 15:00-19:00 sabato 10:30-13:00/15:00-19:00 chiuso domenica e lunedì

Comunicato stampa

MARE DENTRO

Il progetto “Mare dentro” di Pierluigi Schiappapietre ha come protagonista il mare, la sua profondità misteriosa e la sua grande forza. Gli scatti, prevalentemente in B/N, ne raccontano l’intimo rapporto tra il fotografo e l’immensità delle acque, una pluralità di sguardi e linguaggi che coinvolgono lo spettatore e lo invitano ad andare oltre al soggetto figurato per predisporsi a un viaggio introspettivo. Sono momenti poetici, attimi di scoperta.

Dice il fotografo: "Nell'immaginario di un uomo dell'antichità il mare rappresentava l'ignoto in tutte le sue accezioni, l'infinito

Oggi ben altri significati gli vengono attribuiti, vacanza, svago, spensieratezza. L'uomo di oggi pensa di conoscere ogni cosa, osservando il mare si comprende che non è così. Con occhio diverso si scopre ancor oggi come sia vasto e sconosciuto. Che colore ha il mare? Come si muove? Che rumore fa? Con "Mare dentro" vorrei far porre a voi stessi queste domande, per fare ciò vi invito a rallentare, soffermandovi sulle immagini inizieranno a parlarvi, a stimolare nuove e più profonde emozioni, andrete oltre la fotografia stampata e guarderete più in là, dentro voi stessi.
Queste immagini rappresentano in qualche modo i miei paesaggi interiori, fotografo onde sinuose dal ventre gonfio, che rappresentano la madre, quando sono preda di ricordi, in giorni più agitati cerco onde potenti e osservando il loro interno vado in cerca di risposte.”

Quel vento che solo sa modellare il mare:
«Ora è alito di vita e respiro della terra.
Poi può essere messaggero del mondo e un movimento senza confini.
Può chiamarsi Eolo e altri cento nomi. Motore di energia. Spirito di libertà»
Pierluigi Schiappapietre



Biografia
Mi chiamo Pierluigi Schiappapietre
Direi di potermi definire un cinquantacinquenne fotoamatore evoluto. La passione per la fotografia l’ho ereditata da mio padre, iniziando a fotografare tanti anni fa con una semplicissima Ferrania. Dai libri d’arte di mia sorella ho imparato la composizione e la mia prima formazione fotografica. Con la frequentazione e il confronto con altri fotografi anche già affermati nel campo dell’arte, studiando e continuando a fotografare: nel tempo ho maturato una mia via espressiva, sempre in evoluzione.