Presentazione di Piano, una piattaforma curatoriale franco-italiana creata su inziativa del d.c.a / association française de développement des centres d’art (associazione per lo sviluppo dei centri d’arte contemporanea), che nel biennio 2014 - 2015 darà vita a molteplici attività in Francia e in Italia, declinate sotto forma di mostre, eventi, scambi e residenze e di un sito internet pensato come interfaccia per il dialogo tra tutti gli attori, presenti e futuri, coinvolti nel progetto.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO FARNESE
  • Indirizzo: Piazza Farnese - Roma - Lazio
  • Quando: dal 08/05/2014 - al 09/05/2014
  • Vernissage: 08/05/2014 ore 11.30
  • Generi: presentazione, incontro – conferenza, serata – evento
  • Sito web: www.pianoproject.org
  • Email: lara@larafacco.com

Comunicato stampa

PIANO: Piattaforma preparata per l’arte contemporanea
Francia / Italia 2014 – 2015
d.c.a/ association française de développement des centres d’art

PIANO è una piattaforma curatoriale franco-italiana creata su inziativa del d.c.a / association française de développement des centres d’art (associazione per lo sviluppo dei centri d’arte contemporanea), che nel biennio 2014 - 2015 darà vita a molteplici attività in Francia e in Italia, declinate sotto forma di mostre, eventi, scambi e residenze e di un sito internet pensato come interfaccia per il dialogo tra tutti gli attori, presenti e futuri, coinvolti nel progetto



Sviluppato in partnership con l’Institut français Italia, l’Ambasciata di Francia in Italia e con l’Institut français, PIANO beneficia del sostegno del Ministère des Affaires étrangères (Ministero degli Affari esteri), del Ministère de la Culture et de la Communication (Ministero della Cultura e della Comunicazione) e della Fondazione Nuovi Mecenati in Italia.

Dopo l’esperienza di Thermostat - progetto biennale su scala europea organizzato e coordinato dal d.c.a che nel 2010 e 2011 ha coinvolto 24 centri d’arte francesi e Kunstvereine tedesche attorno a diverse coproduzioni - oggi PIANO permette a numerosi attori del mondo dell’arte contemporanea francesi e italiani di mettersi in rete e collaborare. In una prima fase, per tutto il 2014, saranno coinvolte ben 17 strutture attorno a una ventina di proposte artistiche, di cui alcune oltre i confini geografici franco-italiani. Per l’intera sua durata, fino alla fine del 2015, PIANO mira ad ampliare ulteriormente gli scambi con nuovi soggetti e luoghi in Francia e in Italia per aprirsi infine a una prospettiva pienamente europea.

PIANO si propone come uno spazio di lavoro condiviso e uno strumento polifonico, pensato per accogliere secondo tempi e ritmi differenti sul fronte francese i centri d’arte contemporanea membri del d.c.a, e sul fronte italiano una varietà più ampia di strutture: musei pubblici e privati, ma anche fondazioni e spazi alternativi.

PIANO declina le proprie attività in diversi formati: scambi e residenze incrociate, inviti a curatori internazionali (1:1projects, Pierre Bal-Blanc, Stefania Meazza, Chris Sharp), progetti co-curati dai direttori dei diversi spazi partecipanti (Chiara Agnello, Lorenzo Benedetti, Etienne Bernard, Ilaria Bonacossa, Sylvie Boulanger, Valerio Dehò, Adrienne Drake, Gianluca d’Incà Levis, Claire Le Restif, Eric Mangion, Valérie Mazouin, Martine Michard, Sandra Patron, Cécile Poblon, Letizia Ragaglia), che a loro volta coinvolgono artisti sia emergenti che affermati, di tutte le generazioni.

I progetti prodotti nel 2014 nascono da collaborazioni specifiche, che riflettono e valorizzano la diversità e le peculiarità dei soggetti partner:

- Villa Croce Museo d’Arte Contemporanea (Genoca) e Passerelle Centre d’art contemporain (Brest)
- Fondazione Giuliani (Roma) e Parc Saint Léger (Pougues-les-Eaux), Centre d’art contemporain d’Ivry – le Crédac (Ivry-sur-Seine), De Vleeshal (Middelburg, Paesi Bassi)
- MACRO Museo d’Arte Contemporanea Roma (Roma) e Cneai = (Chatou)
- Careof DOCVA (Milano) e Dolomiti Contemporanee (Belluno) e Maison des Arts Georges Pompidou (Cajarc), CAC Chapelle St Jacques (Saint-Gaudens), BBB centre d’art (Toulouse)
- Museion (Bolzano) e CAC Brétigny (Brétigny-sur-Orge)
- Kunst Meran Merano Arte (Merano) e Centre d’Art Villa Arson (Nizza)

Il primo appuntamento di PIANO è fissato per giovedì 8 e venerdì 9 maggio 2014 a Roma, e prevede l’inaugurazione di una delle mostre in programma (The Registry of Promise alla Fondazione Giuliani), una tavola rotonda a Villa Medici (Prepared Piano: model for a new institutionalism, con Eric de Chassey, Direttore di Villa Médicis; Nathalie Ergino, Direttore dell’IAC; Ann Veronica Janssens, artista; Andrea Viliani, Direttore del Madre; Alessandro Rabottini, curatore indipendente; Enrico Boccioletti, artista, co-fondatore di Vdrome; e Sylvie Boulanger, Direttore del Cneai), seguita infine da una performance al MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo.

Questo primo appuntamento è anche l’occasione per lanciare il sito www.pianoproject.org il cui design e animazione editoriale sono stati affidati a CURA., magazine italiano d’arte contemporanea con sede a Roma, scelto per il suo dinamismo e il suo posizionamento europeo.

www.pianoproject.org è uno strumento online per la condivisione di informazioni per i professionisti, ma anche una piattaforma aperta al pubblico, che raccoglierà e metterà a disposizione testi, saggi, dibattiti e confronti sui progetti in corso, ma anche open-call per progetti e collaborazioni inerenti produzioni specifiche. Sarà infine un supporto per mettere in collegamento altre strutture francesi o italiane attraverso questa rete di scambi.
PIANO si propone quindi come aggregatore e modello di collaborazione tra soggetti differenti, sia pubblici che privati, tanto per l’organizzazione e co-produzione di progetti condivisi, quanto per la capacità di attrarre fondi pubblici e privati, grazie alla collaborazione con l’Institut français Italia, l’Ambasciata di Francia in Italia e la Fondazione Nuovi Mecenati.

I centri d’arte francesi, di natura pubblica, hanno per missione quella di adattarsi alle ricerche degli artisti, di avviare nuovi regimi di produzione di opere e di mostre, di valorizzare proposte educative o scientifiche sperimentali, con l’obiettivo di offrire un punto di mediazione tra la creazione artistica e tutti i tipi di pubblico. Le strutture italiane a cui i centri d’arte si associano hanno statuti e forme di funzionamento differenti, ma con i centri d’arte condividono la vocazione alla sperimentazione e alla produzione legata agli aspetti della creazione e dell’educazione.

La piattaforma PIANO permetterà quindi la condivisione di proposte artistiche e di mezzi di produzione eterogenei: un’orchestrazione di reti, la cui finalità è anche quella di far emergere una nuova geografia e metodi di lavoro differenti tra strutture pubbliche e private, artisti, addetti ai lavori e pubblico.

Ispirandosi all’immagine del “pianoforte preparato” ideato da Erik Satie per la sua composizione La trappola di Medusa. Sette pezzi per pianoforte (1913) e in seguito reso popolare da John Cage, PIANO invita a un uso rinnovato degli strumenti dello scambio culturale. Con l’obiettivo di tornare all’essenza dell’arte, intesa come costante rinnovamento dei propri strumenti di creazione, PIANO favorisce la plasticità e il dinamismo delle relazioni tra le discipline, i campi, i settori artistici e i territori. PIANO, sia online che concretamente, propone di armonizzare iniziative pubbliche e private in materia culturale, nel rispetto della missione e della sensibilità di ciascuno.


Primi progetti artistici prodotti nel 2014


La démocratie est illusion / La democrazia è illusione
Passerelle Centre d’art contemporain (Brest)
Villa Croce Museo d’Arte Contemporanea (Genova)
8 febbraio – 3 maggio 2014, Passerelle Centre d’art contemporain
19 settembre – 23 novembre 2014, Villa Croce Museo d’Arte Contemporanea
Artisti: Goldschmied & Chiari

The Registry of Promise
Curatore invitato: Chris Sharp
Fondazione Giuliani (Roma)
Parc Saint Léger (Pougues-les-Eaux)
Centre d’art contemporain d’Ivry – le Crédac (Ivry-sur-Seine)
De Vleeshal (Middelburg, Pays-Bas)
9 maggio - 18 luglio 2014, Fondazione Giuliani
13 giugno – 12 ottobre 2014, Parc Saint Léger
11 settembre - 14 dicembre 2014, Crédac – Centre d’art contemporain d’Ivry
17 gennaio – 21 marzo 2015, De Vleeshal
Artisti: Peter Buggenhout, Jochen Lempert, Marlie Mul, Jean-Marie Perdrix / Juliette Blightman, Alighiero Boetti, Rosalind
Nashashibi, Jon Rafman, Francisco Tropa, Andy Warhol, Anicka Yi / Nina Canell, Matt Hoyt, Alexander Gutke, Esther Klaes,
Jean-Luc Moulène, Mandla Reuter, Hans Schabus, Erin Sheriff, Michael E. Smith, Antoine Nessi / Becky Beasley, Michael
Dean, Antanas Gerlikas, Matt Mullican, Reto Pulfer, Lucy Skaer.

Ephemera
Curatori invitati: Maria Alicata, Daniele Balit, Adrienne Drake (1:1projects, Roma)
Cneai = (Chatou)
MACRO Museo d’arte contemporanea Roma (Roma)
23 giugno – 7 luglio 2014: residenza dei curatori Maria Alicata, Daniele Balit, Adrienne Drake (1:1projects) al Cneai =
novembre 2014 – febbraio 2015: mostra al MACRO
ottobre 2015 – marzo 2016: mostra al Cneai =
Progetto di attivazione e di scambio dei materiali d’archivio tra Cneai = e 1:1projects

Piano – alto !
Curatore invitato: Stefania Meazza
Maison des Arts Georges Pompidou CAC (Cajarc)
CAC Chapelle St Jacques (Saint-Gaudens)
BBB centre d’art (Tolosa)
Careof DOCVA (Milano)
Dolomiti Contemporanee (Belluno)
giugno – dicembre 2014: residenze incrociate di artisti francesi e italiani
primavera – estate 2015: conclusione e formalizzazione delle esperienze alla Maison des Arts Georges Pompidou CAC, al CAC Chapelle St Jacques, al BBB centre d’art, a Careof, a Dolomiti Contemporanee (mostra, evento o pubblicazione)
Artisti: Nina Fiocco, Lise Lacombe, Jérémy Laffon, Daniele Pezzi e Guillaume Robert.

Soleil politique
Curatore invitato: Pierre Bal-Blanc
Museion (Bolzano)
CAC Brétigny (Brétigny-sur-Orge)
27 settembre 2014 - 11 gennaio 2015, Museion
Artisti (selezione): Mathieu K. Abonnenc, Achille Castiglioni, Marie Cool Fabio Balducci, Alberto Garutti, Lili Reynaud-Dewar,
Marcello Maloberti, Marta Minujín, Pier Paolo Pasolini, Emilie Parendeau, Gianni Pettena, Matthieu Saladin, R&Sie(n)
François Roche, Stephanie Lavaux, Jean Navarro, Carlo Scarpa, Elaine Sturtevant, Annie Vigier et Franck Apertet, Marie
Voignier, Lois Weinberger.

From & To
Centre d’art Villa Arson (Nizza)
Kunst Meran Merano Arte (Merano)
9 novembre 2014 - gennaio 2015, Villa Arson
fine febbraio – fine aprile 2015, Kunst Meran Merano Arte
Artisti: Diane Blondeau, Lorraine Château, Quentin Derouet, Tony Fiorentino, Maria Gamper, Sonia Leimer, Roberto Pugliese, Leander Schwazer, Vivien Roubaud, Thomas Teurlai.


PIANO piattaforma ideata dal d.c.a

Capo progetto: Pierre Bal-Blanc (Vice Presidente d.c.a)
Segretario generale e responsabile del coordinamento: Muriel Enjalran
Responsabile della comunicazione: Albine Bessire

Dal momento della sua creazione, nel 1992, il d.c.a / association française de développement des centres d’art (associazione francese per lo sviluppo dei centri d’arte) contribuisce a mettere in rete e ad associare i centri d’arte in Francia, con le loro differenze di statuto e di programmazione.
d.c.a raggruppa oggi 48 strutture, presenti in 18 regioni e 37 dipartimenti. I centri d’arte membri di d.c.a presentano una grande diversità per storia, dimensioni, contesto geografico e sociale.
Attraverso il d.c.a, i centri associati intendono valorizzare la ricchezza della creazione contemporanea e dei progetti culturali rivolti al pubblico. Le collaborazioni, coproduzioni, pubblicazioni congiunte e partnership nazionali e internazionali, incentrate sugli scambi artistici, mirano a fornire ai centri d'arte una maggiore visibilità.

Struttura d.c.a Presidente: Sandra Patron, Direttore Parc Saint Léger, Centre d’art contemporain de Pougues-les-Eaux / Vice-presidente: Claire Le Restif, Direttore Centre d'art contemporain d’Ivry – le Crédac, Ivry-sur-Seine / Vice-presidente: Pierre Bal-Blanc, Direttore CAC Brétigny, Centre d’art contemporain de Brétigny-sur-Orge / Tesoriere: Marie Cozette, Direttore Synagogue de Delme – Centre d’art contemporain, Delme / Segretario: Nathalie Giraudeau, Direttore CPIF, Centre photographique d’Île-de-France, Pontault-Combault.

Centri d’arte membri del d.c.a 3 bis f, centre d’art • Centre d’art Le LAIT, Laboratoire Artistique International du Tarn • CRAC Alsace, Centre Rhénan d’Art Contemporain • Villa du Parc • Transpalette • Passerelle • CAC Brétigny • Maison des Arts Georges Pompidou • Chapelle du Genêteil • Cneai= • Pavillon Blanc • La synagogue de Delme • CAIRN centre d’art • VOG, CAC de la ville de Fontaine • Galerie Edouard Manet / Ecole municipale des beaux-arts de Gennevilliers • Centre d’Art Bastille • Wharf, CAC de Basse-Normandie • Villa Noailles • Le Parvis, CAC • Centre d’art contemporain d’Ivry, Le Crédac • Centre d’art et photographie de Lectoure • Cirva, Centre International de Recherche sur le Verre et les Arts plastiques • Abbaye Saint André, CAC Meymac • Le 19 CRAC • Espace de l’Art Concret • La Kunsthalle • Centre d’art Villa Arson • CAC de la Ferme du Buisson • La Galerie, CAC de Noisy-le-Sec • image / imatge • Bétonsalon • Jeu de Paume • Palais de Tokyo • Centre Photographique d’Île-de-France • Parc Saint Léger • Le Quartier, CAC de Quimper • La Criée • Espace Croisé • Chapelle Saint-Jacques • Le Grand Café • CRAC Languedoc-Roussillon • Le Creux de l’Enfer • Le BBB centre d’art • Centre de création contemporaine • CAC Passages • Centre international d’art et du paysage de l’île de Vassivière • Micro Onde, CAC de l’Onde • Institut d’Art Contemporain.