Paul Jenkins – Phenomena

Gaeta - 25/07/2015 : 26/09/2015

La Pinacoteca Comunale di Gaeta ospiterà, dopo Martha Cooper, un altro famoso artista statunitense: Paul Jenkins (1923-2012).

Informazioni

  • Luogo: PINACOTECA COMUNALE ANTONIO SAPONE
  • Indirizzo: Via De Lieto 2/4 - Gaeta - Lazio
  • Quando: dal 25/07/2015 - al 26/09/2015
  • Vernissage: 25/07/2015 su invito
  • Autori: Paul Jenkins
  • Curatori: Giorgio Agnisola
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Giugno, Luglio e Agosto Tutti i giorni, compresi i festivi, dalle 17 alle 22 Chiuso il lunedì Settembre Venerdì 16 -19 / Sabato e Domenica 11-13/16-19
  • Biglietti: 5 euro
  • Patrocini: promossa dal Comune di Gaeta, dall’Associazione Culturale Novecento, da Monte-Carlo International Art e da Antonio e Paola Sapone
  • Uffici stampa: SPAINI & PARTNERS

Comunicato stampa

Dal 26 luglio al 26 settembre 2015 la Pinacoteca Comunale di Gaeta ospiterà, dopo Martha Cooper, un altro famoso artista statunitense: Paul Jenkins (1923-2012). La mostra, promossa dal Comune di Gaeta, dall’Associazione Culturale Novecento, da Monte-Carlo International Art e da Antonio e Paola Sapone, riveste un particolare interesse in quanto Jenkins, nel suo girovagare per il mondo, ha soggiornato negli anni Cinquanta anche in Italia, a Taormina, e recentemente è stata allestita una delle sue prime mostre postume in Italia, a Prato



Le opere provengono da collezioni private e dalla Montecarlo Interrnational Art di Antonio Sapone che ha conosciuto direttamente l’Artista a Parigi, negli anni conclusivi della sua lunga carriera, quando ormai aveva scelto di vivere e lavorare alternativamente tra Francia e Stati Uniti, New York, dove si spense nel 2012. La mostra presenterà un’articolata esposizione di opere chiamate “Phenomena”, titolo generale attribuito dal Maestro alle sue opere dopo aver letto gli scritti di Kant e le teorie del colore di Goethe, a cui segue una frase o un riferimento al luogo di ispirazione.

Jenkins è stato definito un espressionista astratto o ancora un “fenomenista” astratto; ha studiato presso la Art Students League di New York con Yasuo Kuniyoshi e Morris Kantor dove ha conosciuto Mar Rothko, Jackson Pollock, Lee Krasner e Barnet Newman. Le sue opere fanno parte di importanti collezioni e sono patrimonio di musei di tutto il mondo.

La cura scientifica è affidata al Prof. Giorgio Agnisola e il catalogo, curato dall’Associazione Culturale Novecento, si avvale del contributo del Prof. Marcello Carlino.