Patrizia Fratus

Venezia - 28/08/2020 : 28/10/2020

D3082 | Woman Art Venice è pronta ad accogliere un nuovo progetto dedicato al lavoro delle donne nell’arte, dando spazio all’indagine di Patrizia Benedetta Fratus.

Informazioni

  • Luogo: D3082 – WOMAN ART VENICE
  • Indirizzo: San Polo 3082, 30125 - Venezia - Veneto
  • Quando: dal 28/08/2020 - al 28/10/2020
  • Vernissage: 28/08/2020 no
  • Autori: Patrizia Fratus
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

D3082 | Woman Art Venice è pronta ad accogliere un nuovo progetto dedicato al lavoro delle donne nell’arte, dando spazio all’indagine di Patrizia Benedetta Fratus: la sua ricerca nell’ambito della narrazione del femminile, la violenza e la rinascita nel mito, nella Storia e nel presente.

Da venerdì 28 agosto gli spazi di D3082, la “galleria sulla strada” nata all’interno delle vetrate di Domus Civica, sempre aperta e sempre visibile, accoglieranno EUTOPIA – Poteressere

Un nuovo tassello del progetto di arte relazionale che l’artista bergamasca porta avanti da anni: «un’indagine sull’arte come strumento di sperimentazione intellettuale ed empirica, di consapevolezza, autosufficienza e autodeterminazione. Mezzi necessari per una sana emancipazione, femminile e umana».

I suoi arazzi sono il risultato di gesti e tecniche tradizionali. Il suo punto di partenza sono gli scarti di materiale tessile che vengono pazientemente annodati, raccolti in matasse, intrecciati in una nuova trama organica, da cui scaturiscono forme e frammenti di storie. Figure mitiche, simboli primordiali, immagini tramandate dal patrimonio iconografico Occidentale che definiscono il valore di un processo identitario.

Una parte dell’opera/azione che Patrizia Fratus produce e condivide, trova uno spazio vitale nelle case di accoglienza: spazi protetti, dove vivono donne e bambini con storie di violenza. Con l’artista, le ospiti intraprendono un percorso di recupero del proprio valore, gli scarti di tessuto diventano metafora delle ferite e il gesto creativo diventa allo stesso tempo rielaborazione del dolore del passato e progettazione del proprio presente. Nello spazio di D3082, tre donne residenti in una casa accoglienza del bresciano, diventano protagoniste con i propri ritratti, insieme ad una nuova visione di sé stesse, la trasformazione in qualcosa di diverso, di positivo, nato dalle macerie.

Con questo significato EUTOPIA si inserisce non solo nella struttura, ma anche nella storia, nelle trame del progetto D3082 e nell’impegno di Domus Civica ACISJF: nata per accogliere studentesse, lavoratrici lontane da casa, ma anche di donne prive di mezzi, accolte in un contesto educativo aperto e familiare.