Paola Caso – Trasgressive Visioni

Roma - 27/10/2019 : 09/11/2019

Il Progetto STORIECONTEMPORANEE, a cura di Anna Cochetti, nello spazio Studio Ricerca e Documentazione di Via Poerio 16/B ospita le “Trasgressive Visioni” di Paola Caso, un ciclo organico composto di fotografie in b/n – riunite in “paesaggi” e “ritratti”.

Informazioni

  • Luogo: STORIE CONTEMPORANEE
  • Indirizzo: Via Alessandro Poerio, 16/B 00152 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 27/10/2019 - al 09/11/2019
  • Vernissage: 27/10/2019 ore 11
  • Curatori: Anna Cochetti
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Mart.- Giov.-.: h. 16.30 –19.30 Merc - Ven.: h. 10.30 – 13.30

Comunicato stampa

Domenica 27 Ottobre 2019, dalle ore 11.00, il Progetto STORIECONTEMPORANEE, a cura di Anna Cochetti, nello spazio Studio Ricerca e Documentazione di Via Poerio 16/B ospita le “Trasgressive Visioni” di Paola Caso, un ciclo organico composto di fotografie in b/n – riunite in “paesaggi” e “ritratti” - in cui, secondo la dichiarazione di poetica dell’artista stessa, “la fotografia ha la capacità di catturare quel che l'occhio non vede immediatamente, suggerisce, propone, incuriosisce, svela”


In modo tale che la cattura di porzioni di vedute o di punti di vista particolari di luoghi noti, quotidiani, domestici evochi paesaggi altri, favolosi o misteriosi. Ed anche ritratti ed autoritratti in interni acquistino suggestioni oniriche o surreali.

Ottenute con il procedimento della Pinhole Camera – in cui giocano, oltre la scelta del punto di ripresa, l’apertura del Foro Stenopeico, il calcolo della luce e del tempo di posa e chiusura rapida dello sportellino - alcune immagini sono incredibilmente definite e riconoscibili, altre, in cui forse ha giocato il caso, sembrano opere astratte, simili a pitture a inchiostro nero e all’arte calligrafica giapponese.


Catalogo/Libro d’artista in Mostra.
Paola Caso, formatasi alle tecniche fotografiche studiando con Augusto Pieroni, Silvio Mencarelli, Eolo Perfido, Ivan Festa e Ico Gasparri,
ha coltivato per anni la fotografia a livello amatoriale, passando poi alla fotografia professionale. Negli ultimi anni ha iniziato studi di disegno e pittura.
Dal 2006 ha all’attivo - oltre la pubblicazione di servizi fotografici e foto per cataloghi per società, gallerie ed artisti - mostre fotografiche personali e collettive: “Acqua”, Rocca di Cetona (SI), 2006; “Punti d’incontro”, Torretta di Ponte Milvio, Roma, 2007; “Uomini e Donne sul ring”, Art Studio Café, Roma, 2008 (personale); “Simbiosi - OpenArt tra natura e soria”, Pietraporciana- Sarteano (SI), 2015 e 2016; “Segni, Forme, Materia - Contagio della fantasia”, Sarteano (SI), 2015/16 (personale); “Segni, Forme, Materia - Contagio della fantasia”, Studio ZAC, Roma, 2016 (personale); “5 fotografe romane”, Galleria Fuoriluogo, Sutri (Vt), 2017; “La fragile bellezza”; “PLANT REVOLUTION”; “il SEGNO d’ARTISTA”, MUDITAC/MAJORANA, Roma, 2017, 2018, 2019; e mostre di pittura: “Venere Violata”, Biblioteca Tullio De Mauro, Roma, 2017.