Pandora Ritrovata – Il mito riconquistato

Cava de' Tirreni - 13/12/2012 : 13/01/2013

Giunge al secondo appuntamento il progetto “Pandora Ritrovata - Il mito riconquistato”, Un percorso espositivo che reinterpreta il mito di Pandora attraverso le creazioni di 48 ceramiste campane, che raccontano se stesse e analizzano il mondo contemporaneo.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA CIVICA - COMPLESSO MONUMENTALE S. MARIA DEL RIFUGIO
  • Indirizzo: Piazza San Francesco 84013 - Cava de' Tirreni - Campania
  • Quando: dal 13/12/2012 - al 13/01/2013
  • Vernissage: 13/12/2012 ore 18,30
  • Curatori: Marco Alfano, Anna Rita Fasano
  • Generi: collettiva, arti decorative e industriali
  • Orari: dal martedì alla domenica, dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 17 alle 21.00 lunedì chiuso
  • Biglietti: ingresso libero
  • Catalogo: Editrice Gaia

Comunicato stampa

Giunge al secondo appuntamento il progetto “Pandora Ritrovata - Il mito riconquistato”, Un percorso espositivo che reinterpreta il mito di Pandora attraverso le creazioni di 48 ceramiste campane, che raccontano se stesse e analizzano il mondo contemporaneo. Dopo il grande successo di pubblico e il consenso di critica della mostra a Villa De Ruggiero di Nocera Superiore, questo nuovo allestimento vedrà la partecipazione di 48 ceramiste, sarà inaugurata giovedì 13 dicembre, alle ore 18.30, presso Galleria Civica del Complesso Monumentale S. Maria del Rifugio a Cava de’ Tirreni (Salerno)

L’evento partendo dal mito di Pandora, si propone di riflettere sul ruolo della donna nella società; la mostra concepita come itinerante sarà allestita in seguito anche ad Amalfi.
Nato da un’idea dell’artista Livia Moura, PANDORA RITROVATA è un evento curato da Marco Alfano e Anna Rita Fasano, in collaborazione con Rossella Luciano, il coordinamento del Settore Musei e Biblioteche della Provincia di Salerno, si avvale del sostegno e del patrocinio della Provincia di Salerno, del Comune di Cava de’ Tirreni, del Comune di Vietri sul Mare, del Comune di Amalfi.
Le artiste partecipanti: Adele Di Domenico, Adriana Sgobba, Anna Rago, Annarita Viscido, Angela Fariello, Antonella Sergio, Assunta D'Amato, Chiara Sassoni Corsi, Chiara Faella, Clara Garesio, Claudia Simonis, Daniela Baldi, Daria Scotto, Debhorah Napolitano, Donatella Blundo, Elia Tamigi, Elisabetta D'Arienzo, Ellen G., Federica D'Ambrosio, Filomena Cioffi, Floriana Gigantino, Francesca Irpino, Laura Di Santo, Lauretta Laureti, Leena Lehto, Livia Moura, Loredana Avagliano, Lucia Bisotti, Mariagrazia Cappetti, Maria La Mura, Maria Sabetti, Maria Scotti, Marianna Scannapieco, Margherita D'amato, Nathalie Figliolia, Paola Scafuri, Patrizia Marchi, Pina Rubino, Rita Cafaro, Roberta D'Aquino, Rossella Lambiase, Rosa Cuccurullo, Rosa Salsano, Sharareh Shimi, Giorgina Scalese, Silvana Napoletano, Sofia De Mas, Teresa Salsano.

All’inaugurazione interverranno Marco Galdi Sindaco di Cava de’ Tirreni, on. Edmondo Cirielli Presidente Commissione Difesa Camera dei Deputati, Antonio Iannone Presidente della Provincia di Salerno, Matteo Bottone Assessore Patrimonio, Cultura e Beni Culturali della Provincia di Salerno, Maura Picciau Soprintendente BSAE per le province di Salerno e Avellino, Barbara Cussino Dirigente Settore Musei e Biblioteche della Provincia di Salerno, Francesco Benincasa Sindaco di Vietri sul Mare, Alfonso Del Pizzo Sindaco di Amalfi, Daniele Milano Assessore alla Cultura del Comune di Amalfi, Annalisa Della Monica Consigliere delegato Pari Opportunità del Comune di Cava de'Tirreni, Flora Calvanese Presidente dell’Associazione “La Rosa di Gerico”.

La mostra PANDORA RITROVATA, presenta opere ed installazioni, realizzate di 49 artiste e ceramiste provenienti da tutta la Campania. In questo contesto si trova anche l’omaggio al Monica Amendola (1966-2007), che presenta una scelta di sue opere custodite nel Museo provinciale della ceramica a Villa Guariglia di Raito.


“Questo progetto testimonia l’impegno incessante di questa Amministrazione provinciale nel valorizzare le eccellenze del nostro territorio, anche attraverso un connubio tra il nostro patrimonio storico-culturale e le esperienze creative in corso, puntando ad una sinergia sempre maggiore tra istituzioni e artisti, mondo della cultura e contesto sociale”, spiega il Presidente della Provincia di Salerno Antonio Iannone.

“La mostra, innestandosi sulla tradizione ceramica che è rappresentativa di un fondamentale spaccato della realtà produttiva salernitana – aggiunge l’Assessore al Patrimonio, Cultura e Beni Culturali Matteo Bottone – si inserisce nel percorso di valorizzazione dei beni culturali voluto dall’amministrazione Cirielli. Ad ospitare l’evento sarà l’ottocentesca Villa De Ruggiero a Nocera Superiore, dal 2009 sede del Museo di arti applicate, con preziose raccolte che abbracciano tecniche e materiali diversi, dalle stoffe ai vetri dipinti, dai batik alle ceramiche”.

“L'evento espositivo mira alla valorizzazione dell’arte contemporanea, a maggior ragione in questo caso, in cui l’arte si fonde con una delle principali eccellenze produttive del nostro territorio: la ceramica. Si celebrare un evento eccezionale, la cui caratteristica fondamentale sta nel fatto di aver raccolto ben 48 ceramiste, di cui 14 cavesi, le quali, confrontandosi tra di loro sul tema della rivisitazione del mito di Pandora, hanno espresso la propria creatività usando le tecniche più disparate, a dimostrazione, se ce ne fosse bisogno, della forza che l’universo femminile è in grado di sprigionare. Questa mostra ci dà l’occasione per fare un viaggio nel variegato mondo della ceramica campana attraverso lo sguardo attento e rassicurante delle donne. Insomma, un evento di cui andiamo fieri ed al quale non mancare!
Marco Galdi Sindaco di Cava de Tirreni


L’inaugurazione del 13 dicembre vedrà anche performance artistiche, con dimostrazioni dell’antica cottura a legna della ceramica nella terra e senza l’impiego di forno (a cura di Lucio Liguori, Franco Raimondi, Matteo Salsano, Sasaska, Sasà e Mattia Mautone, Sergio Scognamiglio, Basilio Lamberti), il concerto del coro polifonico Laeti Cantores e nonché la promozione dell’enogastronomia tipica, a cura dell’Istituto Statale Istruzione Superiore Settore Enogastronomico “Giustino Fortunato” di Angri, con il contributo di D&D D’Amico Italia S.p.A. Sottoli e sottaceti Pontecagnano Faiano, Colli Cerentino Aglianico del Vulture Rionero in Vulture, Pasticceria Tirrena Cava de’ Tirreni, Decoro torta Daniela Baldi, Maina Panettoni Fossano (CN). Preparazione della tavola a cura di ICS Ceramica Salernitana di Giffoni Valle Piana.