Pamela Campagna – Execution#1

Lecce - 07/03/2014 : 31/03/2014

Con Execution#1, l’artista inscena un autoritratto, subito riconoscibile nella texture di brandelli di materiali polimerici ma che presto vivrà con un nuovo profilo, con nuove conformazioni dovute a un gesto dissacratorio, violento nella sua essenza performativa e performante.

Informazioni

  • Luogo: CANTIERI TEATRALI KOREJA
  • Indirizzo: Via Guido Dorso 70 - Lecce - Puglia
  • Quando: dal 07/03/2014 - al 31/03/2014
  • Vernissage: 07/03/2014 ore 18,30
  • Autori: Pamela Campagna
  • Generi: performance – happening, serata – evento, personale
  • Orari: Sarà possibile visitare le mostre nelle serate di spettacolo e dal lunedì al venerdì dalle ore 15.30 alle ore 18.00. Bus urbano linea 28
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

Grande successo di visitatori per la V edizione di Senso Plurimo, la rassegna dei Cantieri Teatrali Koreja curata dalla giornalista e critica Marinilde Giannandrea che prosegue con nuovo appuntamento venerdì 7 marzo alle ore 18.30.

Dopo l’omaggio a Romano Sambati di Carlo Michele Schirinzi e Stefano Urkuma De Santis che ha visto un nutrito pubblico prendere parte all’evento, i Cantieri Teatrali Koreja ospitano EXECUTION#1 (INGRESSO LIBERO) installazione performativa congegnata appositamente per il box di Senso Plurimo da PAMELA CAMPAGNA, giovane artista visiva e designer barese (in mostra fino al 31 marzo)



L’artista ha riempito le bolle di plastica di un pluriball con l’inchiostro nero affidando la realizzazione di un autoritratto a un plotone di esecuzione, il pubblico che fa da attore o testimone.
Il potere delle immagini diventa reale solo nel momento della loro rapida dipartita e quello che rimane è inchiostro che cola, carta che assorbe, segni di un tempo dove la bellezza deve convivere con la crudeltà. Eppure, nonostante questa sostanziale volontà di registrare l’effimero, l’azione di Pamela Campagna corrisponde a una chiara eleganza formale. E anche in questa casuale catastrofe di un volto l’orchestrazione performativa, il rigore del bianco e nero, la costruzione di un set teatrale diventano puro linguaggio visivo e rigorosa esperienza estetica.

[…] Con Execution#1, l’artista inscena un autoritratto, subito riconoscibile nella texture di brandelli di materiali polimerici ma che presto vivrà con un nuovo profilo, con nuove conformazioni dovute a un gesto dissacratorio, violento nella sua essenza performativa e performante.
Il ritratto sarà oggetto di un’azione che distruggerà la sua essenza per crearne una nuova, risolta con altre inquietudini, poiché il pubblico potrà sparare – mirando al pannello di materiali polimerici che al suo interno è costituito da cuscinetti pieni di inchiostri – e sperare di ricostituire nuove identità vitali rispetto a quell’immagine iconica. Così il confronto con l’opera d’arte diventa confronto diretto con l’artista stessa, con il suo volto, la sua identità di donna e creativa. Nel box rimarranno le reliquie dell’azione, ancora una volta documentate in un video che testimonierà l’intero processo partecipativo tra il pubblico, l’artista e la sua rappresentazione […] Lorenzo Madaro














PAMELA CAMPAGNA Bari, 1977
Artista visiva e designer. Tra i diversi progetti relazionali e sociali, che la vedono protagonista, c’è l’ideazione, l’organizzazione e il coordinamento di “FEMMINILE p l u r a l e”, un collettivo barese che interviene sulle ferite e sul degrado urbano della città per riportare creativamente l'attenzione su alcuni luoghi dimenticati. Una pratica corale, che si riflette anche nell’attività didattica e nella realizzazione dei workshop con le donne della Medina di Marrakech. Numerose le produzioni su committenza, tra cui i grandi lavori realizzati per TBWA/ RAAD e NIKE. Vive e lavora a Bari.