Opera Prima

Ferentino - 22/12/2011 : 21/01/2012

Opera Prima è una mostra collettiva che coinvolge quattro artisti contemporanei che si occupano di arti visive.

Informazioni

  • Luogo: HARPAX
  • Indirizzo: Viale Marconi 116 - Ferentino - Lazio
  • Quando: dal 22/12/2011 - al 21/01/2012
  • Vernissage: 22/12/2011 ore 18
  • Generi: arte contemporanea, inaugurazione, collettiva

Comunicato stampa

Opera Prima è una mostra collettiva che coinvolge quattro artisti contemporanei che si occupano di arti visive. La mostra sarà inaugurata il 22 Dicembre alle ore 18.00 e sarà possibile visitarla fino al 21 Gennaio 2012. Luogo scelto è la nuova galleria d’arte contemporanea “Harpax” di Ferentino in Viale Marconi 116.
Gli artisti che saranno presenti in mostra sono:Massimo Giorgi,Maria Helena Manzan, Donato Marrocco, Emiliano Recchia.Tutti operano da anni nel campo artistico, dalla pittura alla scultura,dalla fotografia all’installazione, ciascuno con diversi mezzi espressivi e differenti scelte stilistiche

Nel loro percorso artistico hanno ottenuto consensi e riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale.
Per l’occasione sarà presente con un brano musicale elettroacustico composto per l’occasione, Giuseppe Giorgi che diplomatosi al Conservatorio “Licino Refice “ di Frosinone e tuttora iscritto al Corso di musica elettronica vanta collaborazioni con musicisti del panorama nazionale.
Prendendo spunto dal testo critico scritto per l’occasione da Patrizia Molinari possiamo affermare che: “OPERA PRIMA, come ha dichiarato uno degli artisti, non è riferito soltanto alla inaugurazione di una nuova galleria d’arte a Ferentino, ma alla emozione di porsi davanti ad una tela come fosse sempre la prima volta, ed io aggiungo, alla giusta tensione che non fa del “fare arte” un’abitudine o una prassi scontata o volta a fini commerciali o narcisistici, ma il desiderio di esprimersi, di guardare dentro se stessi con coraggio e rigore, il prefissarsi il raggiungimento di una meta difficile, la voglia di testimoniare il presente e forse anche il futuro. Tanto più che appunto di artisti si tratta che scelgono l’arte come testimone della loro identità e del loro vissuto. Le opere esposte sono dense di emozioni e di “strati” di esperienze, riportano sulle tele tutta la forza dell’espressionismo astratto ma in maniera attuale, forte e autorevole.”
Lo spazio espositivo”Harpax” sarà nel corso dell’anno 2012 un luogo di riferimento artistico e culturale del territorio che proporrà con appuntamenti periodici iniziative legate alle arti visive.