Rassegna internazionale dedicata alla espressività contemporanea, che riunisce trasversalmente linguaggi artistici e performativi.

Informazioni

  • Luogo: SPAZIO AEREO
  • Indirizzo: Via delle Industrie 27/5 30175 - Marghera - Veneto
  • Quando: dal 26/09/2013 - al 29/09/2013
  • Vernissage: 26/09/2013 ore 21,30
  • Generi: performance – happening, serata – evento, inaugurazione
  • Biglietti: Ingresso riservato ai soci ARCI
  • Email: francesca@casadorofungher.com

Comunicato stampa

Spazio Aereo apre con ON LAND

Il 26 settembre nasce Spazio Aereo, presso il Polo Tecnologico e Scientifico VEGA di Venezia.

Dal 26 al 29 settembre 2013 inaugura con ON LAND, rassegna internazionale dedicata alla
espressività contemporanea, che riunisce trasversalmente linguaggi artistici e performativi



Per la sua apertura, Spazio Aereo si fa antenna pronta a captare e trasmettere il bisogno di nuove modalità di relazione artistica e sociale, con una programmazione che spazia dalla videoarte di ikono TV, la prima piattaforma globale dedicata alle arti visive (con l’ikono On Air Festival),a Pierpaolo Capovilla (Teatro degli Orrori) per il tour reading de “La religione del mio tempo” di Pier Paolo Pasolini, passando dalle sonorità oscure di Vatican Shadow, all’installazione performativa di Nico Vascellari, fino al live-set in anteprima dell’artista di culto Silent Servant.

ON LAND inaugura giovedì 26 settembre con le performance musicali di Sebastiano de Gennaro + Enrico “Der Maurer” Gabrielli (Mariposa, Calibro 35, Baustelle) e del duo OoopopoiooO formato da Valeria Sturba + Vincenzo Vasi (Capossela, Mario Brunello, Wu Ming 1).


Cos’è Spazio Aereo?

Spazio Aereo è luogo indipendente di produzione multidisciplinare nato grazie alla collaborazione tra artisti visivi, musicisti e professionisti nel campo della progettazione e produzione culturale.
Spazio Aereo è una realtà associativa investitrice e promotrice nel territorio di eccellenze artistiche, che mira alla creazione di una nuova rete a livello locale, nazionale e internazionale.
Spazio Aereo si trova all’ interno del Parco Scientifico e Tecnologico VEGA, in un grande spazio attrezzato e trasformato in facility per la produzione artistica e le arti performative, costituito da:

Area modulabile
Dedicata alle arti performative, rivolta in particolare alla danza, musica e teatro .
Una struttura caratterizzata da snellezza operativa che assolve a funzioni di ideazione e supporto nella progettazione artistica che necessita di facility di produzione e competenze specialistiche.

Studio di produzione audio/video
Studio di alto profilo tecnologico, dedicato alla musica, il sound-design e l’ambito audio/video.
Questo è il perimetro di Spazio Aereo che consente autonomia operativa ed output indipendente, destinato ai futuri impianti di promozione artistica, editoriale e discografica.

L’attività dello spazio si traduce in installazioni, produzioni musicali, video, applicativi per l’arte. Particolare attenzione è rivolta allo sviluppo di sistemi interattivi e ambienti sensibili.
Questo rispecchia ed esprime la natura di Spazio Aereo, cornice di idealità per la convergenza di pratiche e codici di ricerca.








Inizio spettacoli ore 21.30
Ingresso riservato ai soci ARCI
Per maggiori informazioni [email protected] +39.333.7838794

Spazio Aereo - VEGA - Via delle Industrie 27/5 - Venezia - www.spazioaereo.com

Giovedì 26 settembre
DER MAURER + SEBASTIANO DE GENNARO (IT)
OoopopoiooO (IT)

Occasione unica di testimoniare l’intreccio tra due dei pensieri musicali più vivi della scena indipendente italiana.

Non so fare nè un muretto, nè usare la cazzuola, nè sgrassare i mattoni con l’acido muriatico. Ma a sovraincidere mi sono specializzato e faccio muri con mattoni di “autismo” e calce di “ego” (Enrico Gabrielli)
Enrico “Der Maurer” Gabrielli e Sebastiano de Gennaro, hanno il merito di rappresentare
una genuina tradizione di artigianato musicale che oltre ad una multiforme attività individuale accoglie l’urgenza,nei repertori di musica moderna, di riappropriarsi di una funzione sociale e confrontarsi con il presente.
Dopo le incursioni nei codici di Andriessen e Reich, colgono con l’ultima registrazione 1940 / 19’40” il tratto atemporale di Cage, rifuggendo dalla consueta rilettura, riportando in vita l’approccio leggero e sincero dell’artista americano.

Il duo OoopopoiooO, Vincenzo Vasi (Capossela, Mario Brunello) e Valeria Sturba, presenta un concerto per theremin, violino, viola, voce, giocattoli, elettronica e ukulele, basato sull’interazione timbrica, melodica e armonica.
Un caleidoscopio di abilità, perizia, gioco e limpidezza che non può essere racchiuso all’interno di un perimetro.
La varietà e diversità degli altri strumenti utilizzati, suonati spesso in maniera speculare, com-pleta l’indescrivibile forma sonora: un mix di elettronica, ambient e minimalismo, immerso in ampi spazi di libera improvvisazione, tra i quali affiorano brani di Aphex Twin, Philip Glass, Nucleus, Ravel e altri.


Venerdì 27 settembre
La religione del mio tempo
PIER PAOLO PASOLINI con la voce di PIERPAOLO CAPOVILLA (IT)

Giorgio Agamben scrive che “contemporaneo è colui il quale tiene fisso lo sguardo nel suo tempo, per percepirne non le luci, ma il buio (…) che è in grado di scrivere intingendo la penna nella tenebra del presente”.
Il messaggio di Pasolini risuona in Spazio Aereo attraverso l’interpretazione di Pierpaolo Capovilla; ma ciò che più rende attuale questo messaggio è la drammatica sincerità dell’interprete, che restituisce la spietata analisi sociale de La religione del mio tempo.
Pasolini seppe scrutare con chiarezza spietata il buio del nostro presente e, con sguardo severo, il mutare inarrestabile della società italiana.
La voce di Capovilla si intreccia con la maestria di Paki Zennaro, inconsapevole ispiratore in grado di trasfigurare il testo in musica con la grazia di un danzatore in movimento e la sobrietà di una lunga ricerca artistica.


Sabato 28 settembre
IKONO ON AIR FESTIVAL

Quale è la caratteristica più importante dell’arte se non quella di poter comunicare a tutti?
Quali sono le sue modalità e i suoi canali di comunicazione?
Ikono TV, il canale televisivo che lavora sulle nuove forme di democratizzazione dell’arte, tenta di rispondere alla pesantezza di queste domande con la leggerezza del festival più immaterico del 2013.
Dal 6 al 29 settembre, in più di 30 paesi e in streaming sulla piattaforma ikono, fondata nel 2006 da Elizabeth Markevitch, l’ikono On Air Festival andrà in onda ogni giorno con un flusso unico che riunisce opere di più di 150 artisti riconosciuti a livello internazionale, da Bill Viola a William Kentridge, oltre a numerosi emergenti.
Spazio Aereo è broadcasting partner di questo evento unico, per il quale è stata allestita al suo interno una sala di proiezione dedicata che accompagnerà tutte e quattro le giornate di inaugurazione.
Dalle 17 di sabato 28 settembre Spazio Aereo rimane aperto per tutta la notte, con un allestimento dedicato: il segnale streaming in diretta si confronta con l’intera superficie del luogo che lo ospita, inondandola di suono e colore, permettendo un dialogo immersivo e sensoriale tra le opere e lo spazio.

Dalle 23, sonorizzazione live a cura di Spazio Aereo.



Domenica 29 settembre
SILENT SERVANT (US) — Live Premiere europea
VATICAN SHADOW (US)
NICO VASCELLARI (IT)

Anteprima live dell’artista di culto americano Silent Servant, affiancato dal live di Vatican Shadow e da un’installazione performativa di Nico Vascellari.

Silent Servant (US)
Juan Mendez a.k.a. Silent Servant è una delle personalità di maggior rilievo nel panorama artistico underground americano: la sua attività si sviluppa tra musica e arti visive, con precisi rimandi all’estetica wave e post-punk.
Silent Servant disorienta ed affascina attraverso continui contrasti, timbri gotici di una darkwave rarefatta e atmosfere elettroniche decise e taglienti.

Vatican Shadow (US)
Dominic Fernow è uno dei nomi più significativi della grammatica noise, harsh, industrial, dark e techno.
La sua versatilità è testimoniata da una sterminata discografia, a firma di diversi monikers.
Vatican Shadow è la migliore sintesi di queste molteplici identità, tra i richiami dei beat meccanici di Cold Cave e la libertà espressiva di Prurient.

Nico Vascellari (IT)
Untitled (Fossil 290913), scultura sonora per nastro magnetico, è un intervento site-specific che scruta la relazione tra tempo spazio e suono attraverso un “fossile sonoro”: un semplice registratore a cassetta preparato, opportunamente installato all’interno di Spazio Aereo, registrerà l’intera serata, per tutta la sua durata.
Nico Vascellari propone a conclusione la sua personale conduzione e traslazione del corpo sonoro dell’evento, o meglio il suo riverberare, attraverso un’installazione performativa in equilibrio tra eco e memoria.