Now and Forward Adesso e oltre- artisti emergenti a Roma: una ricerca pt II

Roma - 29/01/2019 : 22/02/2019

Con Now and Forward Adesso e oltre Adesso e oltre- artisti emergenti a Roma: una ricerca pt II si inaugura la seconda mostra di un ciclo iniziato l’anno scorso che ha visto protagonisti giovani artisti operanti oggi sulla scena artistica romana.

Informazioni

  • Luogo: TEMPLE UNIVERSITY
  • Indirizzo: Lungotevere Arnaldo Da Brescia 15 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 29/01/2019 - al 22/02/2019
  • Vernissage: 29/01/2019 ore 19
  • Curatori: Tiziana Musi, Shara Wasserman
  • Generi: arte contemporanea, collettiva

Comunicato stampa

Now and Forward
Adesso e oltre- artisti emergenti a Roma: una ricerca pt II
A cura di Tiziana Musi e Shara Wasserman

Con Now and Forward Adesso e oltre Adesso e oltre- artisti emergenti a Roma: una ricerca pt II si inaugura la seconda mostra di un ciclo iniziato l’anno scorso che ha visto protagonisti giovani artisti operanti oggi sulla scena artistica romana

In questo secondo appuntamento le curatrici Tiziana Musi e Shara Wasserman hanno preso in considerazione opere di artisti non solo italiani ma anche americani, consapevoli, che la ricerca artistica contemporanea più innovativa non possa essere separata da reciprocità e scambi culturali sempre più fecondi . Il luogo di incontro rimane sempre Roma dove questi artisti stanno ora emergendo per una certa originalità e autenticità delle loro poetiche. Come nella precedente edizione è stato svolto un lavoro di indagine, ancora in progress, che si pone l’obiettivo di cogliere ora quei fermenti che potranno poi in futuro delinearsi con maggiore consapevolezza. La ricerca attuale non pretende di essere esaustiva e si espande in modo non lineare, quasi magmatico. Gli artisti Ludovica Baldini, Giulio Bensasson, Valeriana Berchicci, Giulia Cacciuttolo, Marco Eusepi, Jay Hartmann, Lisa Jungmin Lee, Isabella McCormick, Kathryn Mecca, (questi ultimi quattro giovani artisti americani stanno completando il loro Master a Roma), Claudia Roma, Sofia Ricciardi, Sara Santarelli, Corina Surdu, sono tutti molto diversi tra loro per formazione, identità culturale e linguaggi artistici differenziati cha spaziano dalla ricerca pittorica a quella installativa o performativa. Seppur molto giovani, molti di loro hanno già ottenuto dei riconoscimenti, come Claudia Roma vincitrice del Premio Picozza 2017, mentre alcuni hanno completato la loro formazione come Giulia Cacciuttolo, o hanno già lavorato all’estero. Altri ancora hanno o stanno lavorando come assistenti con artisti riconosciuti come Sara Santarelli che collabora con Giovanni Albanese, Giulio Bensasson con Alfredo Pirri o Valeriana Berchicchi che lavora con Antoni Muntadas. È quindi uno sguardo su un mondo molto diversificato, dove però i giovani artisti oggi in mostra rivelano una sensibilità originale a autonoma nel riflettere sulle nuove declinazioni dei linguaggi artistici contemporanei.