Non rompete le scatole

Bollate - 14/04/2012 : 15/04/2012

Nuova tappa per ‘Non rompete le scatole’, evento che coinvolge un centinaio di artisti che gravitano intorno allo spazio d’arte PiscinaComunale.

Informazioni

Comunicato stampa

Nuova tappa per ‘Non rompete le scatole’, evento che coinvolge un
centinaio di artisti che gravitano intorno allo spazio d’arte
PISCINACOMUNALE di Adriano Pasquali, all’associazione B-art
Contemporary di Riccardo Bianchi e alla Fake Gallery di Boston della
vulcanica Allegra Violante Von Stroheim



Info:
[email protected]

ingresso libero

Artisti presenti:
Sevil Amini, Valentina Argirò, Fernando Arrabal, Alice Olimpia
Attanasio, Chiara Azzolini, Laura Baldini, Irene Balia, Guido
Bettinsoli, Fiorenzo Bordin, Fabio Borizov, Fabrizio Bovo, Gianna
Brugnatelli, Enrico Cabassi, Giuliano Cardella, Linda Carrara, Linda
Carrera,Alberto Casiraghy, Andrea Cereda, Cristina Cherchi, Veronica
Chessa, Valentina Cirami, Guido Codecasa, Francesca Colombo, Giorgio
Corbetta, Giada Cucchi, Rab Da Uber, Franco Daddo Scarpino, Silvana
Daelli, Massimo Dalla Pola, Dast, Federica de Ruvo, Pasquale De
Sensi,Anna De Vita, Giuseppe Di Cianni, Sergio Di Sipio, Irene Dioli,
Federico Ellade Peruzzotti,Luciano Evarchi, Corrado Fabbri, Gaetano
Fanelli, Paolo Ferrante, Mauro Ferrero, Francesca Fiore, Fiuto,
Fabrizio Fortini, Alessandro Francescatti, Pietro Frizzera, Barbara
Frugola, Dario Gabrielli, Riccardo Gavazzi, Laura Maddalena Gerosa,
Martin Gerull, Gaia Gianardi, Laura Giardino, Federica Glauso, Agnese
Guido, Gio Konte, Pia Lama, Angelo lo Buglio, Maurizio L’Altrella,
Mafolo, Lorenzo Manenti, Marco Mangia, Giovanni Manzoni Piazzalunga,
Federico Marcoaldi, Ester Marthel, Luigi Massari, Antonio Massari,
Alessandro Matteo, Silvia Mei, Fabio Melosu, Maria Mesch, Rita
Mingardo, Fabrizio Molinario, Sara Monelli, Zahari Najafi, Graziella
Nisticò, Pablo Pace, Matilde Padoan, Paolo Paggi, Renè Pascal, Adriano
Pasquali, Giancarlo Pasquali, Danilo Pasquali, Stella Pellegrineschi,
Davide Perego, Daniela Perissinotto, Rosalba Perucchini, Gilda Pezone,
Michele Pierpaoli, Angelica Polli, Angelica Polli, Tom Porta, Sam
Punzina, Emanuele Puzziello, Luigi Radici, Elena Rapa, Guendalina
Ravazzoni, Eva Reguzzoni,Annali’ Riva, Massimo Romani, Giovanna Rossi,
Nicola Rotiroti, Michael Rotondi, Maria Rubbish, Nuccia Ruggeri,
Annarita Russo, Moud Sale Mohamadi, PatriziaEmma Scialpi, Stefano
Serusi, Emergency sez. Milano, Emila Sirakova, Galileo Sironi, Mattia
Solazzo, Carlo Spiga,Giuliana Storino, Margherita Tamburini, Marco
Useli, Paola Venezia, Carmelo Violi, Slavio Zampoloni, Giulio Zanet,
Stefania Zocco

NON ROMPETE LE SCATOLE è un felice ribaltamento di “un luogo comune”
del dire. L’idea di Adriano Pasquali non sottolinea il fastidio che
vuole allontanare da sé una persona indesiderata, ma è al contrario un
invito a partecipare, a stringersi in tanti attorno ad una proposta
…Riunire una vasta platea è una scelta consapevole e di ampio respiro,
che va nella direzione condivisibile di una democrazia dell’arte non
solo da fruire , ma da esercitare in prima persona. E’ nata così
questa mostra sorprendente. Certamente suscita stupore il numero delle
adesioni; CENTOQUARANTUNO gli artisti presenti con la loro energia ed
entusiasmo. Per tutti una “partenza” comune, un “luogo del fare”
definito e circoscritto. Una semplice, comunissima scatola contenitore
di una risma di carta per fotocopie….Scatole “svuotate” da cui, come
in un gioco di prestigio, ha continuato ad uscire altro e altro e
altro ancora. Eccole adesso alle pareti di una galleria traboccanti di
segni e colori grida e riflessioni sommesse provocazioni e libere
associazioni della fantasia voli e cadute gesti rabbiosi che
accartocciano ed in seguito fendono come sforbiciate aprono passaggi
squarciano con la violenza del pugno”ricovero” per presenze umane ed
animali costruzioni che scavano nel profondo con proprie ”
radici”semplici appunti e numeri del telefono promemoria per
appuntamenti venturi acrobati che si esercitano sui fili tesi del loro
inedito circo, spazi che respirano, si aprono e si ripiegano su se
stessi”volontarie” compressioni in contenitori sigillati e barattoli
spartiti e strumenti musicali note sonore che volano come farfalle su
di un intrico di rami metallici. Il risultato non è il disordine
conseguente aduna esplosione creativa , caotica ed anarchica ma un
EVENTO CORALE che unisce le dissonanze ed i differenti modi di sentire
fa convivere, le une accanto alle altre,emozioni che vengono di
lontano. E’ bene sottolinearlo ancora:questa non è mostra collettiva
ma EVENTO POLIFONICO non solo mostra visiva ma jam session musicale,
allestimento teatrale, declamazione a più voci di versi poetici.
Roberto Pedrini

Catalogo edizioni PISCINACOMUNALE