Natura & Uomo

Torino - 26/09/2013 : 26/10/2013

Questa mostra vuole dimostrare come attraverso la Fotografia si possa arrivare a comunicare forti emozioni grazie alla documentazione di eventi naturali che possono infondere al soggetto che guarda la fotografia differenti sensazioni; così da rendere quest’ultima non solo un lavoro oggettivo bensì soggettivo.

Informazioni

Comunicato stampa

La Ermanno Tedeschi Gallery inaugura il 26 Settembre una mostra di Fotografia che prevederà come tema quello del più storico binomio Uomo e Natura. Non dobbiamo pensare a “Uomo e Natura separati”, ma a “Uomo parte integrante della Natura”. Da sempre entrambe hanno combattuto per difendere la propria identità.
Questa mostra vuole dimostrare come attraverso la Fotografia si possa arrivare a comunicare forti emozioni grazie alla documentazione di eventi naturali che possono infondere al soggetto che guarda la fotografia differenti sensazioni; così da rendere quest’ultima non solo un lavoro oggettivo bensì soggettivo


La Mostra ospiterà i lavori di Fotografi professionisti come Bruna Biamino, nata a Torino; lavora nel campo dell’architettura e della fotografia industriale. Ha insegnato all’Istituto Europeo di Design e alla Scuola Holden e da due anni svolge un’attività di ricerca sul paesaggio.
David Kassman, nasce a Israele; il fotografo ha passato gli ultimi 15 anni della sua vita scattando fotografie in giro per il mondo e insegna fotografia al Shankar University of Art a Tel Aviv. Collabora con Donna Karan’s Urban Zen Foundation dal 2007.
Volti nuovi per la Galleria saranno quelli dei due Fotografi Francesca Vergnano e Nissim Shlomi. La Vergnano nasce a Torino e si dedica alla fotografia Fine Art; predilige il bianco e il nero come forma espressiva di ricerca personale. Dal 2003 al 2006 ha partecipato al progetto “Reflexion Masterclass”. Recentemente ha collaborato al progetto Corporate edito da Peliti Associati.
Shlomi è un artista israeliano e afferma che il suo amore per la natura lo ha seguito da quando ha ricordo di sè stesso con la sua forza magica, potenti predatori, giungle incontaminate e affascinanti storie e fiabe come Mowgly e Tarzan…questa è la base della sua arte oggi…le sue opere sono un riflesso della sua disperazione per la conquista dell’uomo sulla natura”.