Nascoste bellezze

Seravezza - 04/03/2017 : 04/04/2017

Oltre le apparenze, alla ricerca del bello nei dettagli del consueto paesaggio urbano. È il tema della mostra collettiva “NASCOSTE BELLEZZE” che il Circolo Fotografico L’Altissimo, benemerito della Fotografia Italiana, presenta nell’ambito della quattordicesima edizione di “Seravezza Fotografia”.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO MEDICEO
  • Indirizzo: Via XXIV Maggio 22 - Seravezza - Toscana
  • Quando: dal 04/03/2017 - al 04/04/2017
  • Vernissage: 04/03/2017 ore 12
  • Generi: fotografia

Comunicato stampa

Oltre le apparenze, alla ricerca del bello nei dettagli del consueto paesaggio urbano. È il tema della mostra collettiva “NASCOSTE BELLEZZE” che il Circolo Fotografico L’Altissimo, benemerito della Fotografia Italiana, presenta da sabato 4 marzo nell’ambito della quattordicesima edizione di “Seravezza Fotografia”. Un allestimento suggestivo, nel cortile di Palazzo Mediceo, con quindici immagini di grande formato (cm 90x90 e 90x135) frutto di un impegno corale da parte dei soci del Circolo, sia dal punto di vista progettuale che esecutivo

Una ricerca che punta a scoprire nelle innumerevoli forme dell’architettura valori estetici “nascosti”, restituendo in tal modo non documenti rigorosi o rappresentazioni realistiche degli elementi, ma letture libere ed estrapolazioni che suscitano nell’osservatore effetti totalmente inattesi, perché svincolate dal concetto di funzionalità comunemente attribuito alle costruzioni. Inaugurazione ufficiale sabato alle ore 12:00 alla presenza delle autorità comunali. Nel pomeriggio, a partire dalle 16:30, la mostra si apre alla convivialità fra autori, amici ed appassionati di fotografia.

Il Circolo L’Altissimo partecipa a “Seravezza Fotografia” fin dalla primissima edizione, caratterizzando sempre la propria presenza con progetti a tema, escludendo ogni personalismo e privilegiando, nel risultato finale, una ricerca pienamente condivisa. Delle precedenti edizioni ricordiamo: “Our hours”, mostra sulla quotidianità; “Displacement”, visione ironica su oggetti di uso comune in luoghi spiazzanti; “Una storia di donne”, immagini-denuncia contro la violenza di genere; “Famiglia famiglie”, sul tema delle aggregazioni familiari di oggi. Il progetto di quest’anno, “Nascoste Bellezze”, nasce da una semplice osservazione: nel vivere frettoloso che caratterizza i nostri giorni, sono molti i particolari dell’ambiente circostante che sfuggono alla nostra attenzione. L’occhio del fotografo, educato a una visione più attenta e mediata, riesce ad andare oltre le apparenze? Un capannone industriale o una qualunque struttura produttiva possiedono un’attrattiva estetica? Un supermercato può parlare la lingua del Bello? Nelle immagini che da sabato potremo ammirare a Palazzo Mediceo “la staticità delle forme architettoniche, la rigidità delle strutture e la ruvidità della materia si stemperano nei colori del cielo e delle nuvole, nelle prospettive audaci, nell’alternarsi dei pieni e dei vuoti, nei riflessi sulle pareti vetrate, nei cromatismi eccitati dalla luce e nell’astrazione del consueto paesaggio urbano. Fino alla scoperta di nascoste bellezze”.