Museo per l’Immaginazione Preventiva

Roma - 06/05/2020 : 06/06/2020

Con Museo per l'Immaginazione Preventiva il MACRO si fa mostra, intesa come forma e luogo di produzione, attraverso un unico progetto espositivo che si articola in tre anni.

Informazioni

Comunicato stampa

IT — Con Museo per l'Immaginazione Preventiva il MACRO si fa mostra, intesa come forma e luogo di produzione, attraverso un unico progetto espositivo che si articola in tre anni. Il programma del direttore artistico Luca Lo Pinto sperimenta così una struttura museale elastica e interdisciplinare che mette al centro gli artisti e il loro pensiero.

Questa newsletter è il principale strumento per tenerti aggiornato sulla futura programmazione del museo, in cui, accanto alla tradizionale attività espositiva, coesistono esperienze e progetti con dimensioni spaziali e temporali diverse

È l'organo di informazione che ti guiderà e orienterà per navigare in un museo concepito come un magazine tridimensionale, composto da rubriche e contenuti eterogenei.

Museo per l'Immaginazione Preventiva è un dispositivo pensato come studio di produzioni di immaginari. In un momento storico in cui il concetto di museo e la sua identità sono messi in continua discussione dai mutamenti sociali ed economici oltre che dai linguaggi dell’arte stessa, è essenziale sperimentare modelli alternativi in cui l’immaginazione possa essere il motore principale per riflettere sul ruolo della produzione artistica e della sua ricezione. Da qui la scelta di fondare la vita del museo su una griglia di formati aperti all'improvvisazione. Tale prospettiva acquisisce ancora più senso nel contesto dell'emergenza sanitaria e delle radicali trasformazioni di cui questa è portatrice a tutti i livelli.

Oggi il museo MACRO è ancora chiuso in attesa di poter proseguire nei lavori di restauro e di poter riempire i suoi spazi — mi auguro al più presto — con la mostra Museo per l'Immaginazione Preventiva — Editoriale che qui inizio a introdurti, insieme ad alcune iniziative già in corso sui canali digital di Museo per l’Immaginazione Preventiva.


EN — With Museum for Preventive Imagination MACRO becomes an exhibition, understood as a form and place of production, through a single exhibition project extending over the course of three years. The programme of the artistic director Luca Lo Pinto thus experiments with an elastic, interdisciplinary museum structure that makes artists and their thoughts its central focus. This newsletter is the main channel through which to keep you up to date on the future programming of the museum, whose traditional exhibition activities will coexist with experiences and projects having different spatial and temporal frames. It is the organ of information that will guide and orient you as you find your way through a museum conceived as a three-dimensional magazine, containing heterogeneous columns and features.

Museum for Preventive Imagination is a device formulated as a study of productions of imaginaries. In a historical moment in which the concept of the museum and its identity are constantly being challenged by social and economic change and by the languages of art itself, it is essential to experiment with alternative models in which imagination can be the main motor of reflection on the role of artistic production and its reception. Hence the choice of basing the life of the museum on a grid of formats open to improvisation. This perspective takes on even more meaning in the context of the health emergency and the radical transformations it is causing on multiple levels.

Today the MACRO is still closed, waiting to be able to continue its restoration and to fill its spaces — soon I hope — with the exhibition Museum for Preventive Imagination — Editorial which I will begin to introduce to you here, together with other initiatives already in progress on the digital channels of Museum for Preventive Imagination.