Museion Facciata Mediale – Pas de deux #2

Bolzano - 14/07/2016 : 14/07/2016

Secondo appuntamento con Pas de deux (passo a due), il ciclo video della facciata mediale che mette in dialogo arte e musica e quindi linguaggi, discipline e generazioni diverse.

Informazioni

  • Luogo: MUSEION
  • Indirizzo: Piazza Piero Siena 1 - Bolzano - Trentino-Alto Adige
  • Quando: dal 14/07/2016 - al 14/07/2016
  • Vernissage: 14/07/2016 ore 21 con artist talk dalle ore 22 alle 23.30 proiezione video e performance
  • Autori: Rachid Ouramdane, Mehdi Meddaci
  • Generi: performance – happening, serata – evento, new media

Comunicato stampa

Arte e danza: Museion, secondo appuntamento con il ciclo della facciata mediale
Mehdi Meddaci e Rachid Ouramdane “Les yeux tournent autour du soleil”
In collaborazione con Bolzano Danza – Tanz Bozen
Opening giovedì 14/07/2016, ore 21 con artist talk
dalle ore 22 alle 23.30 proiezione video e performance
A cura di Frida Carazzato ed Emanuele Masi
Secondo appuntamento con Pas de deux (passo a due), il ciclo video della facciata mediale che mette in dialogo arte e musica e quindi linguaggi, discipline e generazioni diverse. L’appuntamento di luglio si arricchisce di un ulteriore elemento, ovvero la danza

Museion rinnova infatti la collaborazione con il Festival Bolzano Danza per una co-produzione inedita tra l’artista visivo Mehdi Meddaci e il coreografo Rachid Ouramdane. Les yeux tournent autour du soleil (gli occhi girano intorno al sole) il titolo del progetto, che vedrà protagoniste Marie Fonte e Lora Juodkaite, due delle principali interpreti del Centre Chorégraphique National de Grenoble, di cui Ouramdane è codirettore.
La performance è articolata in tre momenti diversi, uno ogni giovedì 14, 21 e 28 luglio dalle 22 alle 23.30. L’identità culturale, tema caro ai due artisti – entrambi di origine algerina- è al centro del lavoro. Tra arte visiva e danza immagini poetiche evocano, indagano e richiamano la tensione della caduta, la vertigine, fisica, visiva e culturale e quindi la nostra percezione.
In tutti gli appuntamenti le danzatrici indosseranno l’haik, abito tradizionale magrebino vietato durante il colonialismo in Algeria. Mentre sul grande schermo della facciata scorreranno le immagini di una sconfinata distesa marina, i movimenti dei corpi a Passage e all’esterno di Museion richiameranno quindi immagini antiche e un’eredità culturale dimenticata. Come indica anche il titolo, il movimento vorticoso che genera vertigine e di conseguenza una caduta troverà un suo climax dal secondo appuntamento (21/07) in cui Maria Fonte danzerà, sempre avvolta in abito tradizionale, sospesa a diversi metri dal suolo, in equilibrio su una sorta di trampolino, la “Balance de Lévité” (bilancia di leggerezza). “Durante la performance lo spettatore vivrà un costante rovesciamento di prospettiva, sia ottico che simbolico. Vogliamo aprire così la possibilità di scardinare paradigmi nel modo di pensare il nostro rapporto con il mondo” così i due artisti sul loro lavoro.
In occasione della prima performance e proiezione, giovedì 14/07 alle ore 21 si svolge un artist talk con gli artisti Mehdi Meddaci, Rachid Ouramdane, Emanuele Masi (direttore artistico Bolzano Danza - Tanz Bozen) e Frida Carazzato (Museion, curatrice della rassegna).
Les yeux tournent autour du soleil è una co produzione tra Bolzano Danza – Tanz Bozen, Centre Chorégraphique National de Grenoble e Museion
Mehdi Meddaci, nato a Montpellier nel 1980 da una famiglia algerina emigrata, vive e lavora a Parigi. Dopo il diploma a Le Fresnoy, Studio National des Arts Contemporains e all’Ecole Nationale Supérieure de la Photographie di Arles, si è laureato in Belle Arti all’Università di Tolosa. Ha partecipato a numerose mostre collettive e allestito ad oggi otto personali. Sin dagli inizi della sua carriera la sua ricerca artistica che intreccia video, fotografia e cinema, si è concentrata sulla memoria delle migrazioni, il tema dell’identità culturale, l’esilio e il suo impatto sulla coscienza dei cicli umani.
Rachid Ouramdane, nato nel 1971 à Nîmes, Francia, da genitori algerini, dopo il diploma al Centre National Dance Contemporaine di Angers nel 1992 si lancia nella carriera di interprete con Emmanuelle Huynh, Odile Duboc, Hervé Robbe, Meg Stuart, Christian Rizzo, Alain Buffard e Julie Nioche con cui co-dirige dal 1996 al 2007 la compagnia Fin Novembre. Nel 2007 fonda la compagnia L’A. con la quale, attraverso un minuzioso lavoro di raccolta di testimonianze, tenta di contribuire attivamente al dibattito sociale indagando il tema dell’identità e come le traiettorie individuali possano incrociare quelle collettive. Collabora con documentaristi, musicisti (Jean-Baptiste Julien) e artisti visivi come Nicolas Le Floch’ e Mehdi Meddaci e il loro apporto in ogni lavoro è determinante. Nascono il solo autobiografico Loin… (2008), poi di ritorno da un viaggio in Brasile Des Témoins ordinaires (2009); da un viaggio in Cina Sfumato (2012). Nel 2014 crea Tout autour per 24 ballerini del Ballet de l’Opéra de Lyon. Nel 2005 è stato ‘Artista associato’ alla Bonlieu Scène Nationale d’Annency e dal 2010 al Théâtre de la Ville di Parigi. Dal gennaio 2016 è co-direttore, con Yoann Bourgeois, del Centre Chorégraphique National de Grenoble.

Info
Museion Facciata Mediale
Rachid Ouramdane e Mehdi Meddaci, Les yeux tournent autour du soleil
Opening giovedì 14/07/2016, h 21 con artist talk
dalle ore 22 alle 23.30 proiezione video e performance
Ulteriori proiezioni e performance: giovedì 21/07 e 28/07, ore 22 – 23.30
ingresso libero

Credits:
Video. Mehdi Meddaci
Coreografia Rachid Ouramdane
Con Maria Fonte (21.07, 28.07), Lora Juodkaite (14.07, 28.07)
In collaborazione con Yoann Bourgeois