Mirage – Fabrice de Nola

Palermo - 04/04/2014 : 25/04/2014

Nella mostra “Mirage Flickering” Fabrice de Nola espone installazioni e dipinti ipermediali contenenti elementi fruibili in realtà aumentata tramite smartphone.

Informazioni

  • Luogo: CAPPELLA DELL'INCORONATA
  • Indirizzo: Via Dell'incoronazione 11 - Palermo - Sicilia
  • Quando: dal 04/04/2014 - al 25/04/2014
  • Vernissage: 04/04/2014 ore 18,30
  • Autori: Fabrice de Nola
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: 10 - 20 da martedì a sabato. Chiuso lunedì e domenica
  • Biglietti: Ingresso (Cappella dell’Incoronazione + Palazzo Riso): 6 euro, ridotto 3 euro, residenti a Palermo e provincia 1 euro
  • Sito web: http://wp.me/p4mHC1-u
  • Email: sacs.archivio@regione.sicilia.it

Comunicato stampa

Riso, Museo d’Arte Contemporanea della Sicilia presenta “Mirage Flickering” mostra ipermediale e in realtà aumentata di Fabrice de Nola. Si tratta del secondo evento espositivo prodotto dal Museo nell’ambito del progetto “Mirage” che ha già visto esposte alla Cappella dell’Incoronazione installazioni video di Salvo Cuccia (“Mirage Room”, 28 febbraio - 22 marzo 2014).
Il ciclo espositivo prende titolo dalle opere Mirage, realizzate in collaborazione dai due artisti ed esposte, in versioni diverse, in entrambe le mostre. Una delle opere entrerà a far parte della collezione del Museo



“Mirage” è un immaginario sulla costruzione culturale della realtà e dell’identità, ma è anche una occasione di riflessione sull'uso dei media nei linguaggi artistici, tra vecchie e nuove tecnologie.
Il progetto mostra porzioni dell’esistenza che tendono verso una forma, frammenti nel pulviscolo di possibilità che si aggregano e si disgregano nei flussi di memorie della realtà, cristallizzandosi in forme di racconto non lineare.

Nella mostra “Mirage Flickering” (4 - 25 aprile 2014) Fabrice de Nola espone installazioni e dipinti ipermediali contenenti elementi fruibili in realtà aumentata tramite smartphone.

In The Flap of a Moth’s Wings e Akarui la realtà si evolve nell’interazione tra umani, robot, aziende e istituzioni, mostrando la potenza e la fragilità dell’immaginario culturale e tecnologico.
Ercte esplora la memoria del Genio di Palermo mentre in Nymphaea si intrecciano i racconti di due donne giapponesi a Palermo nel XIX e nel XXI secolo. Quest’ultimo lavoro prevede l’allestimento site specific di un giardino simbolico giapponese dedicato alla pittrice Otama Kiyohara.













Realtà aumentata
Per accedere tramite smartphone ai contenuti speciali della mostra e delle opere, suggeriamo di scaricare su smartphone e/o tablet le app gratuite i-nigma (per la lettura dei codici QR) e Layar (per la lettura in realtà aumentata).
Per maggiori informazioni: http://wp.me/P4mHC1-4C

“Mirage Flickering”
http://wp.me/p4mHC1-u