Miltos Manetas – After BlackBerry Paintings

Roma - 28/11/2012 : 30/12/2012

Manetas - artista che esplora la rappresentazione e l’estetica dei nuovi media – in After BlackBerry Paintings giunge ad una nuova, rivoluzionaria, modalità figurativa: con un pennello simula di dipingere la realtà che lo circonda filmando l’azione con un BlackBerry.

Informazioni

Comunicato stampa

Mercoledì 28 novembre alle ore 19.00 il MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma presenta, in occasione dell’inaugurazione del grande ciclo espositivo autunnale, il progetto speciale dell’artista Miltos Manetas.
Manetas - artista che esplora la rappresentazione e l’estetica dei nuovi media – in After BlackBerry Paintings giunge ad una nuova, rivoluzionaria, modalità figurativa: con un pennello simula di dipingere la realtà che lo circonda filmando l’azione con un BlackBerry

Al Museo saranno proiettati per la prima volta i video realizzati con questa tecnica durante la performance che si svolgerà il 22 novembre al Complesso Monumentale di Santo Spirito in Sassia a Roma per il progetto S P I R I TO DUE, a cura di Valentina Ciarallo.
[I video non saranno visibili dal 10 al 16 dicembre 2012.]
Roma, ottobre 2012

Biografia artista
Miltos Manetas, nato in Grecia nel 1964, vive e lavora tra Roma e New York. Ha realizzato importanti mostre personali in gallerie internazionali come Gagosian Gallery (New York, 2000), Galerie Yvon Lambert (New York, 2006) e Galleria Pack (Milano, 2006). Ha partecipato a numerose mostre collettive in vari spazi istituzionali tra cui: il Centre Pompidou (Parigi, 2000), la Whitney Biennal (New York, 2002), il Palais de Tokyo (Parigi, 2004), il National Museum of Contemporary Art - EMST (Atene, 2006) e il MAXXI (Roma, 2010). Nel 2000 ha fondato il movimento artistico Neen che esplora la relazione con il computer e la rete e nel 2009 ha istituito il primo Padiglione dedicato a Internet alla 53. Biennale d’Arte di Venezia. Dal 2011 cura il progetto MACROeo / eletronicOrphanage presso il MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma.