Michele Sereni – La dilatazione del tempo

Pesaro - 30/11/2013 : 23/02/2014

Michele Alberto Sereni ripercorre le otto mostre realizzate in Pescheria e da lui documentate attraverso uno sguardo nuovo e appassionato, capace di leggere il rapporto tra l’artista in mostra e le sue opere, ben oltre la semplice documentazione fotografica.

Informazioni

  • Luogo: CENTRO ARTI VISIVE - PESCHERIA
  • Indirizzo: Corso XI Settembre 184 - Pesaro - Marche
  • Quando: dal 30/11/2013 - al 23/02/2014
  • Vernissage: 30/11/2013 ore 18,30
  • Autori: Michele Sereni
  • Curatori: Ludovico Pratesi
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: dal martedì al venerdì 16.30-20.30 _sabato, domenica e festivi 10-12.30/16.30-20.30 lunedì_ giorno di chiusura
  • Biglietti: persona singola €4.00 -20-25 anni €2.00 -oltre i 65 anni €2.00 Gruppi (min. 5 persone) persona singola € 3.00 ingresso gratuito: -0-19 anni -per i portatori di handicap e accompagnatore -per i membri ICOM (International Council of Museums) -per i possessori di tessera AMACI -per le scolaresche (studenti più insegnanti di scuole elementari, medie inferiori e superiori) -per i giornalisti con tessera professionale
  • Email: centroartivisive@comune.pesaro.pu.it
  • Patrocini: La mostra è realizzata grazie al sostegno di: Comune di Pesaro, Bertozzini costruzioni, Gamba manifatture 1918, Ifi-Arredi Bar Gelaterie Pasticcerie, Isopak Adriatica Spa, Banca dell’Adriatico, Gruppo Di.Ba, gruppo Amici in Pescheria, gli sponsor tecnici Hotel Alexander Museum, Il Pesaro.it, Acanto e Costantini.
  • Editori: SILVANA EDITORIALE

Comunicato stampa

Michele Alberto Sereni ripercorre le otto mostre realizzate in Pescheria e da lui documentate attraverso uno sguardo nuovo e appassionato, capace di leggere il rapporto tra l’artista in mostra e le sue opere, ben oltre la semplice documentazione fotografica.
Attraverso una rielaborazione personale, Michele Alberto Sereni espone il suo archivio personale di ricordi, attraverso cui è possibile leggere il rapporto che il fotografo è riuscito ad instaurare nel tempo con gli artisti da lui immortalati

Attraverso foto di backstage e ritratti, Michele Alberto Sereni vuole rendere omaggio agli artisti, allo spazio e ai suoi spettatori, quest’ultimi interpretati dal fotografo come una sorta di linea d'orizzonte, in grado di fare da collante tra la Pescheria, gli artisti e il fotografo. La mostra si compone come fosse una lunga galleria d’immagini, in cui è possibile rintracciare la dimensione laboratoriale da un lato, tipica dello studio fotografico, e le grandi immagini d’autore dall’altro, in grado queste ultime di raccontare in modo poetico il rapporto tra l’artista e la mostra, tra le opere e lo spazio. A partire dalla mostra di Luigi Carboni - e a seguire quelle di Paolo Icaro, Marco Neri, Sergio Breviario, Luigi Ontani, Giovanni Ozzola, Eliseo Mattiacci - per giungere all’ultima di Giovanni Termini, il fotografo pesarese traccia attraverso uno sguardo del tutto personale un racconto di ricordi fatto per immagini, una memoria privata che diviene narrazione puntuale e aperta al pubblico che, da sempre, visita la Pescheria.

La mostra sarà accompagnata da un catalogo edito da Silvana Editoriale, contenente le immagini delle opere esposte, un’intervista con Ludovico Pratesi ed un saggio di Angela Madesani.

Note biografiche
Michele Alberto Sereni nasce a Pesaro nel 1958, vive e lavora a Pesaro.
Nel 1974 lavora come tecnico di stampa in camera oscura per lo sviluppo e la stampa del bianco e nero. Successivamente fa ricerca e sperimentazione nell’ambito della fotografia, lavori culminati nella collaborazione come fotografo di scena con la compagnia teatrale “Il Labirinto” di Pesaro, e con la realizzazione delle mostre: nel 1985 “Oltre la scena, prolungamenti dell’evento teatrale” al teatro Rossini, Pesaro, nel 1986 “Polifemi” nel teatro comunale di Novafeltria, nel 1987 “13 fotografie a casa Tabanelli” Riolo Terme, nel 1990 “Farfalle d’Italia” con il wwf palazzo ducale, Pesaro, la partecipazione nel 1991 alla mostra “Paesaggi” a cura di Andrea Del Guercio e Alessandro Pitrè al Convento dei servi di Maria, Monteciccardo, nel 1996 "Società Rutrale" nel Municio di Colbordolo, e recentemente, nel 2011 ha esposto al MACRO, Roma. Nel 1987 apre uno studio fotografico a Pesaro ed inizia a lavorare come fotografo a livello professionale, negli ambiti dell’industria e dell’editoria. Nel 1991 cura il coordinamento e la realizzazione del reportage fotografico per il PrixItalia della RAI svoltosi a Pesaro e Urbino. Nel 2004-2007 ha curato la catalogazione dei beni artistici dei musei civici di Pesaro, casa Rossini, Pesaro, Fondazione cassa di risparmio di Pesaro.