Metodo Salgari

Milano - 29/07/2015 : 30/07/2015

Un dispositivo per costituire un atlante immaginario di luoghi remoti. In occasione di Progetto Citta' Ideale, si e' riflettuto sul concetto di uniformita' e negazione degli stili locali dell'architettura internazionale.

Informazioni

Comunicato stampa

Daniela Ardiri, Mirko Canesi, Umberto Chiodi, Piero Mezzabotta, Fabio Melosu, Patrizia Emma Scialpi.

Mercoledì 29 luglio alle ore 18.00 alla Sala delle Colonne della Fabbrica del Vapore, sarà presentato al pubblico il risultato del laboratorio condotto da Metodo Salgari, che ha visto la partecipazione di Daniela Ardiri, Mirko Canesi, Umberto Chiodi, Piero Mezzabotta, Fabio Melosu, Patrizia Emma Scialpi.
Metodo Salgari è un progetto diretto a costituire un atlante immaginario di luoghi remoti ispirato alla figura dello scrittore Emilio Salgari

Attraverso un processo collettivo di narrazione e costruzione con comunità e in contesti diversi si propone l'obiettivo di verificare criticamente i metodi della comunicazione globale e il miraggio di conoscere il mondo da fermi.
A Milano, in occasione di Progetto Città Ideale, si è riflettuto sul concetto di uniformità e negazione degli stili locali proprio dell'architettura internazionale. A partire da dei dispositivi di misura liberamente ispirati al Modulor di Le Corbusier è stato chiesto agli artisti partecipanti di confrontarsi con le dimensioni del proprio corpo attraverso l'invenzione di oggetti.

www.metodosalgari.com

Progetto Città Ideale è un programma che intente sviluppare nuovi contenitori culturali per coinvolgere la comunità artistica in diverse dimensioni di scambio intellettuale.
Proponendo riflessioni sulle relazioni tra artista, città e i luoghi della vita pubblica, Progetto Città Ideale si propone di riconfigurarne assetti e possibilità di fruizione. I temi del ruolo dell'artista nella società, come dell'arte nello spazio pubblico, trovano quindi terreno di confronto mostrando da una parte l'artista-lavoratore nella dimensione dello studio, dall'altra l'arte nei luoghi della quotidianità da cui sembra assente o scomparsa.

All'interno della Sala delle Colonne sarà allestita nei mesi di luglio, agosto e settembre 2015 un'innovativa formula di mostra-laboratorio aperta quotidianamente al pubblico. Invitato a visitare lo spazio appositamente ripensato come ambiente di lavoro condiviso da più artisti in cui assistere all'alternarsi del processo creativo nel suo realizzarsi, il visitatore sarà liberamente chiamato a suggerimenti e dialoghi sui temi trattati, creando un effettivo scambio con l'artista.

I tre mesi in cui Progetto Città Ideale sarà ospitato alla Fabbrica del Vapore saranno suddivisi in serie di moduli proposti oltre che da Città Ideale anche da collaborazioni esterne, per la creazione di un ampio programma in cui svolgere analisi di luoghi reali o simbolici per i quali concepire delle opere d'arte. Ogni modulo prevede infine una restituzione pubblica come momento di confronto finale sui lavori realizzati. Alcuni di questi progetti potranno trovare reale attuazione, costituendo il modello per un dialogo con privati e pubblica amministrazione interessati ad arricchire il patrimonio della comunità.

Progetto Città Ideale è in collaborazione con il Comune di Milano e Fabbrica del Vapore nell'ambito delle iniziative di Expo in Città.

Mercoledì 29 luglio 2015 dalle ore 18.00 alle ore 22.00