Methods in Question

Venezia - 14/02/2013 : 28/02/2013

Methods in Question identifica alcuni dei contesti che si sono dimostrati capaci di diffondere nuovi metodi e strumenti di lavoro, diventando veri e propri modelli di riferimento all’interno del panorama artistico italiano e giocando un ruolo preponderante nella formazione dei professionisti di oggi.

Informazioni

Comunicato stampa

Sempre più l’ambiente artistico contemporaneo prevede canali d’accesso multipli e
spesso inaspettati, che mettono in questione la classica formazione accademica e
universitaria. Questi cambiamenti hanno portato alla definizione di nuove dinamiche nello
sviluppo e nella produzione artistica, determinando uno scostamento parziale dai sistemi
tradizionali e ampliando l’offerta culturale a disposizione di chi si avvicina al mondo
dell’arte come contesto lavorativo. Diviene quindi naturale interrogarsi sulla centralità del
ruolo che hanno le università e le accademie nella formazione dei giovani che vogliono
lavorare in questo ambiente oppure se sia possibile riconoscere degli ambienti
“alternativi” di formazione


Methods in Question, partendo da queste riflessioni, identifica alcuni dei contesti che si
sono dimostrati capaci di diffondere nuovi metodi e strumenti di lavoro, diventando veri e
propri modelli di riferimento all’interno del panorama artistico italiano e giocando un ruolo
preponderante nella formazione dei professionisti di oggi.
Il progetto si propone pertanto di esplorare tali dinamiche attraverso una serie di incontri
con artisti, curatori ed editori che hanno rinnovato i rispettivi settori grazie ad un
approccio innovativo e ad uno sguardo internazionale, delineando così dei nuovi
parametri di lavoro e sollecitando in coloro con i quali collaborano un pensiero critico e
artisticamente aggiornato.
Gli incontri si svolgeranno dal 14 al 28 Febbraio 2013 presso l’edificio 6 dei Magazzini
Ligabue dell’Università IUAV di Venezia con il seguente calendario:
◉ 14 Febbraio 2013 ore 17 aula 0.8 - 0.10
Flash Art - L'attualità come strumento di educazione all'arte
Interviene Samuele Menin
Una rivista d'arte come luogo di educazione e formazione intellettuale. L'incontro si
propone di ripercorrere brevemente la storia della casa editrice, cercando di
individuare le scelte editoriali e manageriali che si sono dimostrate decisive nella
formazione di quei redattori e collaboratori della rivista che sono diventati in seguito
fra i critici/curatori più attivi nel panorama artistico nazionale ed internazionale.
◉ 21 Febbraio 2013 ore 17 aula 0.8 - 0.10
Viafarini/DOCVA - L'attività espositiva come mezzo d'esperienza e comunicazione
Intervegono Patrizia Brusarosco e Giulio Verago
Primo spazio non profit in Italia, Viafarini è stato capace di distinguersi non solo
come spazio espositivo ma anche come scuola curatoriale, divenendo uno dei
luoghi deputati alla preparazione e valorizzazione dei giovani curatori italiani
utilizzando l'esperienza diretta dell'arte come pratica di formazione e
comunicazione.
◉ 28 Febbraio 2013 ore 17 aula 1.2 - 1.4
Alberto Garutti - Il tempo dell'arte come momento d’emancipazione
Interviene Alberto Garutti
Muovendosi con disinvoltura tra gli ambienti accademici e universitari è stato
capace di unire ad una didattica tradizionale, basata sui tempi ed i rapporti
scolastici, un metodo d'insegnamento vicino ai ritmi e alle dinamiche intellettuali
della professione d'artista; iniziando così gli studenti-artisti ad un rapporto dialettico
con il sistema dell'arte.