Memorie d’artista e… dintorni

Catanzaro - 11/12/2012 : 20/01/2013

Mostra dedicata al libro d’artista, intitolata “Memorie d’artista e… dintorni”. Ventisette gli artisti di diverse nazionalità.

Informazioni

  • Luogo: CENTRO PER L'ARTE CONTEMPORANEA - OPEN SPACE
  • Indirizzo: Via Romagna 55 - Catanzaro - Calabria
  • Quando: dal 11/12/2012 - al 20/01/2013
  • Vernissage: 11/12/2012 ore 18
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: martedì, mercoledì e venerdì, dalle ore 17.00 alle 20.00 e per appuntamento
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

Il Centro per l'arte contemporanea Open Space di Catanzaro, presenta martedì 11 dicembre alle ore 18.00, nell’ambito della stagione artistica 2012-2013, in collaborazione con le Cattedre di Pittura e di Tecniche e tecnologie della pittura dell’Accademia di Belle Arti di Catanzaro, la mostra dedicata al libro d’artista, intitolata “Memorie d’artista e… dintorni”. Ventisette artisti di diverse nazionalità (Gianni Bertini, Irma Blank, Henri Chopin, Bruno Conte, Cristina Crespo, Jacqueline de Jong, Giulio De Mitri, Domenico D’Oora, Errò, Raffaella Formenti, Antonella Gandini, Elisabetta Gut, Ivo Lombardi, Arrigo Lora-Totino, Bruno Lucca, Nataly Maier, Gaspare O

Melcher, Albano Morandi, Jean-Luc Parant, Guido Peruz, Lamberto Pignotti, Lucio Pozzi, Toni Romanelli, Gianni Ruffi, Renato Spagnoli, Grazia Varisco, Antonio Violetta) - appartenenti a generazioni, formazione e linguaggi artistici diversi, personalità di riconosciuto prestigio nel panorama artistico nazionale e internazionale - che hanno realizzato su invito di Roberto Peccolo, storico gallerista di Livorno, tra il 2008 e il 2012, un particolare libro d’artista, tra parola e immagine, per la collana “Memorie d’artista” ideata e realizzata per le Edizioni Peccolo di Livorno. La collana, presentata recentemente da Bruno Corà a Palazzo del Re di Bologna, in occasione della Fiera del Libro, approda nello spazio catanzarese con un saggio critico di Roberto Lacarbonara.
“La Nuova Poesia Visiva, scrive Roberto Lacarbonara - di cui questa mostra esibisce altissimi esemplari, è rintracciabile in un segno sempre e solo situato in uno stadio fetale, indifferenziato, preiconico e prelinguistico. Sempre nello stadio della gemmazione, del farsi, del venire alla luce. Mai forma-in-sé, parola-in-sé, segno-in-sé. E in questo stadio ogni cosa può essere altra, può diventare altro da quello che è in procinto di essere”.
La mostra verrà inaugurata dal Direttore dell’Accademia di Belle Arti Prof.ssa Arch. Anna Russo.
Seguirà la lettura degli scritti d’artista contenuti nei diversi libri, a cura degli studenti della locale Accademia di Belle Arti. Per l’occasione è stato realizzato un documento, edito dal Centro Open Space e dalla Galleria Margherita di Taranto.