Massimo Falsaci

Cannobio - 07/07/2012 : 22/07/2012

La galleria “Galleria Camaver” invita a scoprire la pittura del giovane artista piemontese Massimo Falsaci e la sua “Utòpia”, ispirata a quel concetto di città ideale - fuori dal tempo e dallo spazio – espresso per la prima volta nel Cinquecento da Thomas More nella sua opera Libellus vere aureus.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO PARASI
  • Indirizzo: Via Giovanola Lago Maggiore - Cannobio - Piemonte
  • Quando: dal 07/07/2012 - al 22/07/2012
  • Vernissage: 07/07/2012 ore 18
  • Autori: Massimo Falsaci
  • Curatori: Marcello Cazzaniga
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: - giorni feriali dalle ore 17.00 alle 19.00 - sabato e domenica dalle ore 10.00 alle 12.30 e dalle 17.00 alle 19.00 - e su appuntament
  • Patrocini: comune di Cannobio (VB) e Assessorato alla cultura

Comunicato stampa

La galleria “Galleria Camaver” invita a scoprire la pittura del giovane artista piemontese Massimo Falsaci e la sua “Utòpia”, ispirata a quel concetto di città ideale - fuori dal tempo e dallo spazio – espresso per la prima volta nel Cinquecento da Thomas More nella sua opera Libellus vere aureus


Il percorso espositivo si articola in tre sezioni: nella prima l’artista si spinge fuori dai confini dove dilagano il caos, il vagare nel buio senza una meta, il ricordo disordinato di un tempo passato, nel segno della frenesia e della solitudine; nella seconda egli si muove all’interno della città dove tutto è giusto e perfetto, con spazi vivibili ordinati alternati a reti di canali e comunicazioni collettive, dove le tradizioni e le coscienze sono vive e presenti quotidianamente nell'agire di ogni individuo metropolitano; nella terza ci si lascia guidare dal simbolo del melograno: come i grani di questo frutto sono ordinati e collegati tra di loro secondo un preciso schema funzionale, così le immagini rubate di “Utòpia” rimandano a una rete di coscienze umane capaci di condividere, pienamente e nel rispetto più alto, il profondo significato della vita.