Massimiliano Capo – Happines coffee

Viterbo - 28/06/2013 : 06/07/2013

Capo in questa performance racconta tutto ciò, senza essere troppo serio o troppo concettuale, inserendo una quota di “ironia, per riscoprire lo stupore della vita, imparare a guardare e combattere anche l’orrore senza paura, con il cuore caldo, ma gli occhi freddi…”, lasciando libera la comunicazione e la connessione fra persone utilizzando il mezzo artistico.

Informazioni

Comunicato stampa

venerdi 28 giugno e sabato 6 luglio 2013
dalle 21 alle 22
Piazza del Gesù, Piazza della Morte, Piazza S. Carluccio, Piazza S. Pellegrino
Viterbo
a cura di Achilli Serena
un evento all’interno di Caffeina
In linea di principio l’opera d’arte è sempre stata riproducibile. Una cosa fatta dagli uomini può esser rifatta da altri uomini … Scomodiamo così Walter Benjamin che nel suo libro ‘L’opera d’arte nell’epoca della sua riproducibilità tecnica’, testo scritto nel 1936, rifletteva sulla scomparsa dell’aura e sulla questione dell’autenticità e poniamo un punto di riflessione ulteriore unendo la dimensione social al dialogo dell’arte

Un discorso paradossale proprio su autenticità e riproducibilità, in cui l’artista propone se stesso, novello ready made, come opera originale a certificare, fin dalla nascita, l’autenticità delle sue copie.
Duplicati viventi, declinati al femminile, e questo per uscire sia dalla gabbia della autenticità artistica posta da terzi, sia di genere. Un esempio di arte de-generata, punk, fatta in casa, che mette in gioco corpo identità pensiero e azione, o di un arte pop che produce in serie.
Capo in questa performance racconta tutto ciò, senza essere troppo serio o troppo concettuale, inserendo una quota di “ironia, per riscoprire lo stupore della vita, imparare a guardare e combattere anche l’orrore senza paura, con il cuore caldo, ma gli occhi freddi…”, lasciando libera la comunicazione e la connessione fra persone utilizzando il mezzo artistico.
In questi 4 luoghi (Piazza della Morte, Piazza San Carluccio, Piazza del Gesù e Piazza San Pellegrino), i visitatori che interverranno con un smartphone tramite l’applicazione di Foursquare potranno geolocalizzarsi sulla venue Massimiliano Capo media hacktivist e, una volta fatto il check-in sull’artista e/o le sue copie d’autore e attivato lo special, in cambio riceveranno un sorriso.