Masse Mancanti #6 – Deirdre O’Mahony

Pistoia - 16/10/2015 : 16/10/2015

La presentazione dà un resoconto critico del ruolo delle pratiche artistiche contemporanee nel rendere visibile la natura controversa dello spazio pubblico rurale in Irlanda.

Informazioni

Comunicato stampa

#6
Deirdre O’Mahony
In residenza d'artista presso la Fondazione Jorio Vivarelli

conferenza
Vivere lentamente nel presente infinito:
arte e paesaggio contemporanei.

venerdì 16 ottobre 2015, ore 17.30

Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia
Palazzo De' Rossi, via de’ Rossi 26, Pistoia


La presentazione dà un resoconto critico del ruolo delle pratiche artistiche contemporanee nel rendere visibile la natura controversa dello spazio pubblico rurale in Irlanda

Partendo dai cambiamenti del paesaggio rurale - da luogo di produzione alimentare ad arena della produzione culturale - l'artista ha creato lo spazio per nuove connessioni tra varie comunità di studiosi e pubblici più ampi, attraverso vari progetti di arte pubblica auto-iniziati. O'Mahony discuterà l'uso strategico dello spazio culturale per sfidare la distanza tra spazio rurale e urbano oggi, e la capacità di ripensare il legame tra sicurezza alimentare e sostenibilità. Presenterà anche le potenziali possibilità derivanti dalla ricerca svolta presso i vivai di Pistoia.

Deirdre O’Mahony (Irlanda) è un'artista, accademica e saggista. Si è laureata alla St Martins School of Art di Londra, ha studiato al Crawford College of Art Cork ed ha conseguito il dottorato presso la l’Università di Brighton con la ricerca “New Ecologies between Rural Life and Visual Culture in the West of Ireland: History, Context, Position, and Art Practice”. I progetti in corso includono SPUD, un progetto collaborativo tra contadini, artisti e agenzie d’arte in Irlanda, Regno Unito e USA.
O’Mahony è membro dell’associazione Arte Útil, un progetto di Tania Bruguera.
Le mostre personali includono: Potato/Batata (A Pan Atlantic Parmentier) Deirdre O’Mahony (Ir) e Frances Whitehead (USA), Burren College Gallery, 2015, Ireland; Abandoned Clare 2013, re-presentations, BCA Gallery 2009, Viscqueux Galway Arts Festival, 2006, Wall, Context Gallery Derry and LCGA, 2002. Le mostre collettive includono: Re-Imagining Rurality, University of Westminster, London, 2015, Hybrid, Denver USA, 2012, TRACE, LCGA, 2012, 10,000 to 50, IMMA Dublin 2008 and Eire/Land McMullen Museum Boston, 2003. I progetti di arte pubblica includono T.U.R.F (Transitional Understandings Of Rural Futures), Mind Meitheal, Abridged: 0 – 20 Abandoned Clare, 2011, finanziato dall’Arts Council, X-PO 2007-8 finanziato dall’Arts Council e Cross Land, 2007 commissionato da Clare Co. Council.


----------------------------------

L’iniziativa è parte del progetto Missing Masses - Masse Mancanti, a cura di Giacomo Bazzani, realizzato da Comune di Monsummano Terme, Comune di Quarrata, Comune di Serravalle Pistoiese, Università di Firenze - Dipartimento di Scienze politiche e sociali, Fondazione Jorio Vivarelli, FondazioneGiovanni Michelucci e Associazione culturale Uscita Pistoia.
L'iniziativa è realizzata in collaborazione con il Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci, nell’ambito del progetto regionale “Cantiere Toscana Contemporanea”, e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia.
Le iniziative presso la Fondazione Vivarelli sono realizzate in collaborazione con Piante Mati e con l’Ordine degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Pistoia.