Marco Onofri – Followers

Milano - 05/10/2016 : 21/10/2016

L’Associazione culturale Obiettivo Camera e Spazio Kryptos presentano Marco Onofri, con il progetto Followers, che analizza le zone d’ombra che legano social network e realtà… esistente e tangibile.

Informazioni

Comunicato stampa

Per la serie Followers, del cesenate Marco Onofri, si impongono sia in-tenzioni d’autore, con quanto questo comporta e richiede, sia conside-razioni sovrastanti: sociali e... altre. Concretezza del linguaggio fotogra-fico, che molto rivela e tanto richiama.
Il coinvolgente e appassionante progetto Followers analizza le zone d’ombra che legano social network e realtà, evidenziando ciò che acca-de quando si abbandona la finzione, mettendo in relazione diretta esi-stente e tangibile: ovverosia, l’utente d’avvio e i propri followers (segua-ci)

Dopo essere stata abilmente preordinata, l’azione fotografica realiz-zata si svela subito, alla prima presa di contatto con le immagini, che si susseguono l’una alle altre svolgendo simultaneamente almeno due condizioni fondanti: quella di essere ciascuna rappresentativa dell’insie-me e complesso, in combinazione con quella -coincidente e convergen-te- di comporre un tassello indispensabile del mosaico complessivo.
Sul set, le modelle (tredici) e il modello (uno) hanno posato per un ipotetico fotografo, ignorando i followers... forse. A propria volta, questi stessi followers hanno guardato come se si trovassero, soli, davanti al proprio monitor. Così che, tutte le espressioni che Marco Onofri ha sin-tetizzato e raccolto e raccontato in quattordici cadenze sintonizzate tra loro (la parte per il tutto) sono naturali e coerenti con l’intento del pro-getto: autenticamente, Followers.
Allungatesi su un anno di tempo, con il coinvolgimento di tredici modelle, un modello e centoventi seguaci, le riprese fotografiche sono state accompagnate da un consistente backstage, comprensivo di vi-deo: presentato sul/dal sito dedicato www.followers.photo, che ha regi-strato una massiccia quantità di visite.
Così che, in sostanza, la condotta fotografica di Marco Onofri im-pone sia intenzioni d’autore, con quanto questo comporta e richiede (anche in proiezione mercantile... perché no?), sia considerazioni sovra-stanti: magari sociali, oppure in altre direzioni. Maurizio Rebuzzini



Marco Onofri (Cesena, 1973) è un professionista della pubblicità e della moda, che frequenta con convinzione e partecipazione la fotogra¬fia espressiva, altrimenti identificata come fotografia d’arte.
La commistione tra questi due aspetti, meno divergenti di quanto si possa credere, è fondamentale in un processo creativo che riceve per quanto dà… in un tragitto di andata-e-ritorno.