Madonnina social pop

Roma - 06/03/2015 : 12/03/2015

Decine di artisti presentano a studio.ra il loro contributo creativo spontaneo per modernizzare un’icona simbolo per eccellenza di Milano.

Informazioni

  • Luogo: STUDIO.RA
  • Indirizzo: Via Bartolomeo Platina 1/F, 00179 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 06/03/2015 - al 12/03/2015
  • Vernissage: 06/03/2015 ore 18
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: da lunedì a venerdì 15.30-19.00

Comunicato stampa

Il progetto, ideato da Raffaella Losapio nel 2004, ed esteso a tutti gli artisti nel gennaio 2015, include
il video e commento sonoro “S.AVE” di Carlo Fatigoni.
https://www.youtube.com/watch?v=SKzqxqUcKQc&feature=youtu.be

“New Look, abiti nuovi per la Madonnina: spogliata dell’oro, è trasformata in icona social, addobbata con colori sgargianti. Svecchiata e aggiornata, la statua simbolo di Milano ottimizza il suo valore di logo, di marchio riconoscibile.
L’icona modernizzata potrà così essere collocata ovunque, in luoghi deputati alla fruizione artistica così come su treni, autobus e metropolitane. Accanto a tutti, atei e devoti, riconoscibile e al contempo inedita.
La Madonnina scende sulla terra

Il divino partecipa con curiosità alle faccende, soprattutto cromatiche e di look, di quaggiù.
E lo fa inondata e inondando di luce. È una luce epifanica, rivelatrice, moderna quella che circonda la Madonnina milanese; è una luce privata di ogni accento atmosferico che diventa puro colore.
Ed è la luce a nutrire la misura del limite, e a suggerire di superarlo. Nel segno del dialogo, del progresso, del futuro.”
Cinzia Bollino Bossi

La documentazione, raccolta su dvd, verrà decontestualizzata a Roma, discussa e proiettata a studio.ra, con commento sonoro, giovedì 6 marzo 2015 dalle ore 18 alle 21.
Le “Madonnine social pop”, realizzate in piccolo formato, formeranno un’installazione collettiva costituita da un grande mosaico di immagini.
L’intento non è quello di sfruttare commercialmente il suddetto simbolo. I contributi spontanei e creativi degli Artisti rimarranno a disposizione di Autorità e Responsabili religiosi, pubblici o privati. Si potrà così eventualmente decidere o approvare le modalità di un eventuale sviluppo di attività espositive, performative, installazioni, special project.
Artisti: Salvatore Anelli, Alessandro Antonucci, Roberta Banino, Tiziana Baracchi, Pier Roberto Bassi, ‎Tiziana Befani, Luisa Bergamini, Jose Luis Bernardes, Guy Bleus (Belgium), Giovanni Bonanno, Patrizia Jacomella Bonola, Cecilia Bossi, Rossana Bucci, Alfonso Caccavale, Vincenzo Ceccato, Giorgio Celon, Francesca Cho (Korea), Laura Cristin, Valentina Colella, Carmela Corsitto, Rosanna de Felice, Eleonora Del Brocco, Peppe Esposito, Marcello Diotallevi, Isabella Di Sagio (Austria), Monika Mori (Austria), Yue Fan (China), Cinzia Farina, Eligia Gentilucci, Sofia Gradassi_Maria Vittoria Baravelli, Michela Giovinetti, Rosy Imbrogno, Gabriele Innammorati, Isabelle, Benedetta Jandolo, La Fabbrica delle Scimmie, Raffaella Losapio, Xing Liu (China), Calogero Marrali, Virginia Milici, Assunta Mollo, Antonella Paponi, Michel Patrin, Ilaria Pergolesi, Ettore Pinelli, Eliana Prosperi, Mauro De Simone Rea, Claudia Rivelli, Angelo Riviello, Vincenzo Russo, Rocco Salvia, Ilaria Santarelli, Roberto Scala, Giuseppe Scelfo, Giovanna Semerano, Fulgor Silvi, Gruppo Sinestetico, Silvia Stucky, Lucia Spagnuolo, Giancarlo Villani, Lili White (NYC, USA), Qinggang Xiang (China).
• studio.ra / 1F mediaproject – Google Maps