MAD Impresa – Roberta Pugno

Latina - 06/12/2012 : 31/01/2013

Una mostra che racconta il legame tra essere umano, arte e sogni. L’acqua può rendere la terra una palude ostile, ma è anche l’immagine onirica della nascita. Le tele della Pugno con la loro vibrante materia alludono all’origine materiale della vita umana e del pensiero.

Informazioni

Comunicato stampa

MAD Impresa – Roberta Pugno
“L'acqua dei sogni”

In occasione dell'80° dalla nascita della Città di Latina Federlazio e MAD Rassegna d'Arte Contemporanea in collaborazione con l'Associazione IPAZIA IMMAGINEPENSIERO presentano MAD Impresa “È un'impresa fare Arte” percorso d'arte contemporanea .
Una mostra che racconta il legame tra essere umano, arte e sogni. L’acqua può rendere la terra una palude ostile, ma è anche l’immagine onirica della nascita. Le tele della Pugno con la loro vibrante materia alludono all’origine materiale della vita umana e del pensiero


Proprio dove gli imprenditori si incontrano e decidono, le pareti offrono immagini che parlano della creatività latente dei sogni: quelli della notte e quelli fatti ad occhi aperti.

“E’ un’arte materica quella di Roberta Pugno, fatta di una materia palpabile e palpitante, viva, vibrante, che plasmata dalle mani dell’artista s’impone energicamente allo sguardo, giungendo, attraverso il senso della vista, a toccare le corde dell’io più profondo, risvegliando interiori reminiscenze volte a una cognizione del sé libera dalle costruzioni – e dalle costrizioni – della ragione. Dalla superficie pittorica affiorano primordiali memorie che affondano le radici alle origini dell’essere; Roberta Pugno sembra dirci che attraverso il tangibile si arriva a cogliere l’intangibile, l’essenza della creazione (artistica e non). Ecco allora che l’immagine diviene lo strumento del processo che va dalla materia all’idea, dalla realtà biologica a quella psichica, e al tempo stesso è proprio in virtù dell’immagine che tale processo si pone e s’impone come possibile e imprescindibile, passando attraverso le tappe della musica, della poesia, della scrittura e della filosofia, le quali si fondono in un’unità di materiale e psichico, di femminile e maschile”.
(Laura Cianfarani)