LVI / LV B.C.

Ferrara - 18/08/2012 : 20/09/2012

Collettiva di fotografi selezionati dal Premio Nazionale di Arte Contemporanea 'B. Cascella'.

Informazioni

Comunicato stampa

Il Premio Nazionale di Arte Contemporanea 'Basilio Cascella' è da 56 anni uno dei Premi d'Arte più prestigiosi d'Italia. E' divenuto negli ultimi due anni una vera e propria rassegna d'arte, proponendo mostre collettive e personali di pittura, fotografia, scultura e video selezionate tra professionisti delle arte visive su tutto il territorio nazionale



Tra il 2011 e il 2012 sono circa una trentina i progetti espositivi che vedono la collaborazione con diverse realtà di tutto il territorio nazionale, tra cui anche le realtà ferraresi Terry May Home Gallery, Galleria del Carbone, il Premio Nazionale di Arte Contemporanea 'P.Occhi', il Centro Culturale Mercato e l'attiva collaborazione con la performer Elisa Mucchi.

Tra i progetti fotografici futuri sono previste le personali di Tea Falco (fotografa vincitrice della LV edizione, sez. critica e nuova musa di Bernardo Bertolucci, protagonista del suo ultimo film 'Io e Te', in uscita ad ottobre), Lorenzo Fontanesi (fotografo, vincitore della LVI edizione, sez. critica e vincitore del concorso X-Off a Fotografia Europea 2012), Alessandro Falco (fotografo, vincitore della LVI edizione, sez. popolare e vincitore dell'International Renaissance Photography Prize 2012 e numerosi altri premi esteri e nazionali).

All'interno della mostra figurano anche scatti dei ferraresi Alessandro Passerini e Laura Ragazzi, il primo curatore delle ultime due edizioni del premio, attivo con svariati progetti su tutto il territorio nazionale, e la seconda è tra le collaborazioni più concrete che il premio ha attuato nell'ultimo anno, attiva anch'essa da decenni nell'Arte Contemporanea con numerosi progetti di qualità, non solo fotografici, proposti su territorio nazionale ed estero.

La presente collettiva è un ulteriore 'work in progress' della rassegna, e comprende questi e altri artisti di fama che hanno reso possibile la nuova direzione, confermando la volontà del Premio: valorizzare l'arte contemporanea e crearne uno snodo creativo e di riferimento, per esportarla in seguito nella rete artistica internazionale.