Luft / Dylan Delay

Cesena - 05/04/2014 : 06/04/2014

Drammaturgia dei media: un laboratorio di radio, teatro e web

Condotto e eseguito da Gabriele Frasca e Roberto Paci Dalò.

Informazioni

Comunicato stampa

Radio Garbino, Magazzino Parallelo, Giardini Pensili
e Scuola di Radiofonia
presentano



Gabriele Frasca e Roberto Paci Dalò
LUFT / DYLAN DELAY 

drammaturgia dei media: un laboratorio di radio, teatro e web

Condotto e eseguito da Gabriele Frasca e Roberto Paci Dalò

Magazzino Parallelo, Cesena
5-6 aprile 2014

Dylan Delay, performance aperta al pubblico, 6 aprile, ore 21

LUFT è una scuola itinerante di radiofonia espansa e avventurosa.

LUFT è realizzata in vari luoghi d'Italia e di volta in volta viene ridisegnata in relazione al contesto avvalendosi della collaborazione e partecipazione di militanti radiofonici


LUFT prevede laboratori, sessioni di lavoro, incontri, messe in onda radiofoniche, presentazioni di performance dal vivo come sezioni del progetto.
LUFT è on-line, on-air, on-site.
LUFT è anche Radio Lada (radiolada.net) una delle prime webradio al mondo creata nel 1995.

I partecipanti lavorano sulla teoria e la pratica della radio in relazione ai media. Argomenti previsti: radiofonia, il nuovo radiodramma, webradio, radio e telematica, network projects, il rapporto con il testo, il soundscape, software e hardware, live radio e live media, spazio radiofonico come luogo di performance. 



Sabato 5 aprile dalle 16,00 alle 21,00: teoria
Un'intensa giornata durante la quale vengono presentati ai partecipanti materiali audio, testuali e video.

Domenica 6 aprile dalle 11,00 alle 22,00 (con pausa pranzo e performance): pratica
I partecipanti lavorano con Frasca e Paci Dalò alla costruzione della performance “Dylan Delay” che verrà presentata dal vivo alle 21.

A Cesena LUFT lavora su Dylan Delay il progetto multiformato di Gabriele Frasca e Roberto Paci Dalò dedicato al poeta e autore radiofonico Dylan Thomas (1914 - 1953).
Lanciare, mixare, scomporre, moltiplicare, la voce dello stesso Dylan Thomas. La guerra, la radio, i bombardamenti, l'immediato dopoguerra (fino al fatidico 1954), le performance dal vivo di Thomas da evocare, frammenti del suo radiodramma si sentono in originale, in traduzione, in registrazione malandata della forma oratorio, studi di registrazione della BBC, teatrini off dell'America postbellica, paesini del Galles bombardati, college americani con ragazzine in calore, bar e pub a strafottere, Britten e Tippett, il figlio di Bartòk (tecnico del suono del disco di Thomas), tempo in cui le tecnologie degli anni quaranta incontrano quelle del dopoguerra. Chitarra elettrica come raccordo, il free-jazz...
Che nell’immediato dopoguerra la popolarità di Dylan Thomas crescesse vertiginosamente, in Gran Bretagna prima e poi soprattutto negli USA, non dipese tanto dalla presunta semplificazione di una poesia che si era nel corso del tempo affermata proprio per la potenza perseguita dall’oscurità delle sue immagini, ma dall’effetto di trascinamento popolare di quelli che lo stesso poeta avrebbe successivamente definito i suoi «nitriti via etere». Dylan Thomas aveva difatti nel frattempo scoperto quello che sarebbe divenuto nel giro di poco il suo più potente strumento umano: il microfono.
Certo la lungimirante BBC svolse per davvero un ruolo centrale nell’intera produzione del poeta gallese, che ospitò in voce già dal 1937. Ma fu ovviamente durante il periodo bellico (quando l’emittente inglese, in piena guerra delle onde, arrivò a contare fino a 11.600 addetti) che Thomas trovò nella BBC non solo un sostegno economico ma anche la possibilità di dimostrare di essere uno scrittore impegnato sul fronte interno. 
Quella collaborazione avrebbe infine dato vita, nel 1954, a pochi mesi dalla morte del poeta, al radiodramma universalmente riconosciuto il capolavoro del genere: Under Milk Wood. Ma quel microfono della radio servì anche ad altro: primo poeta a richiedere nelle sue letture pubbliche (per lo più americane) un’amplificazione adeguata, Thomas sarebbe stato anche il primo ad andare oltre la gabbia del libro e a lanciare sul mercato (americano) un disco a suo nome.
NB: La partecipazione è aperta a tutti indipendentemente da età e curriculum ma con obbligo di presenza per tutta la durata del laboratorio. Non sono previste deroghe.
Si richiede ai partecipanti di portare una o più attrezzature proprie di qualsiasi tipo (laptop, registratore, telecamera, cuffie, microfoni, smartphone, strumenti musicali, etc). 


LUFT è prodotto da Giardini Pensili in collaborazione con ORF Kunstradio Vienna, Teatro Valle Occupato, L'arboreto - Teatro Dimora Mondaino. Università La Sapienza Roma, Womb Lecce, Monferrarti, Magazzino Parallelo Cesena.

“Scuola di Radiofonia”è un progetto Giardini Pensili.

Gabriele Frasca è nato a Napoli nel 1957. Insegna Letterature comparate e Media comparati all’Università di Salerno. Per Einaudi ha curato numerose edizioni delle opere di Samuel Beckett e ha pubblicato tre raccolte di poesie. Il suo ultimo romanzo, Dai cancelli d’acciaio, è apparso nel 2011 presso Luca Sossella. Ha collaborato a più riprese con RadioRai e dal 2012 è presidente della Fondazione Premio Napoli.
gabrielefrasca.it


Roberto Paci Dalò è nato a Rimini. Regista, compositore / musicista e artista visivo è il direttore artistico del gruppo Giardini Pensili e dello spazio Velvet Factory (Rimini). Le sue opere sono state presentate in Europa, Asia, Africa, Americhe, Russia, Medio Oriente e Israele nei principali teatri, festival e musei.
robertopacidalo.com