Luciano Caviglia – L’uomo disumanizzato

Genova - 07/10/2011 : 31/10/2011

In queste opere degli anni ’80 Caviglia ritorna con insistenza su un aspetto alienante che insidia la nostra contemporaneità: la trasformazione della persona nell’oggetto meccanico che la stessa persona ha costruito a suo uso e consumo, un uso e consumo che gli si ritorce contro allorché il robot, come in certi film di fantascienza, prende il sopravvento sul creatore.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA IL PUNTO
  • Indirizzo: Piazza Delle Scuole Pie 10 - Genova - Liguria
  • Quando: dal 07/10/2011 - al 31/10/2011
  • Vernissage: 07/10/2011 ore 18-24
  • Autori: Luciano Caviglia
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: da martedì a sabato 16.00 – 19.00

Comunicato stampa

In queste opere degli anni ’80 Caviglia ritorna con insistenza su un aspetto alienante che insidia la nostra contemporaneità: la trasformazione della persona nell’oggetto meccanico che la stessa persona ha costruito a suo uso e consumo, un uso e consumo che gli si ritorce contro allorché il robot, come in certi film di fantascienza, prende il sopravvento sul creatore. I suoi “personaggi disumanizzati” sono simboli dell’uomo che si è smarrito e non riesce più a riconoscersi. Caviglia li esibisce in vari atteggiamenti: circondati da una scatola, insieme ad animali o confortati da una mano guida

Essi sono gli ultimi residui determinati da un metallo che si fa corazza dal nulla, che si erge a contenitore del vuoto assoluto.