Luci d’Artista 2011

Torino - 01/11/2011 : 15/01/2012

Ritorna la prima esperienza italiana che coniuga arte e paesaggio urbano attraverso l’impiego della luce. 19 opere di artisti italiani e internazionali trasformano la città in un museo a cielo aperto inaugurando la stagione dell’arte contemporanea. L’edizione di quest’anno si arricchisce del presepe di Emanuele Luzzati e di due opere ospiti: “ Flamingo”, di Pitaya Design proveniente dalla Fête des Lumières della città di Lione, e “E adesso usciremo a rivedere le stelle” di Maurizio Agostinetto.

Informazioni

  • Luogo: PIAZZA SAN CARLO
  • Indirizzo: Piazza San Carlo - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 01/11/2011 - al 15/01/2012
  • Vernissage: 01/11/2011 ore 17.30 con la performance del funambolo Andrea Loreni e le evoluzioni aeree di Le Baccanti. È la
  • Generi: serata – evento
  • Sito web: http://www.contemporarytorinopiemonte.it

Comunicato stampa

Dal 1 novembre 2011 al 15 gennaio 2012
Luci d’Artista a Torino
Ritorna la prima esperienza italiana che coniuga arte e paesaggio urbano
attraverso l’impiego della luce. 19 opere di artisti italiani e internazionali
trasformano la città in un museo a cielo aperto inaugurando la stagione dell’arte
contemporanea.
L’edizione di quest’anno si arricchisce del presepe di Emanuele Luzzati e di due
opere ospiti: “ Flamingo”, di Pitaya Design proveniente dalla Fête des Lumières
della città di Lione, e “E adesso usciremo a rivedere le stelle” di Maurizio
Agostinetto


Inaugurazione il 1 novembre alle ore 17,30 in piazza San Carlo con la
performance del funambolo Andrea Loreni e le evoluzioni aeree di Le Baccanti.
È la XIV edizione di Luci d’Artista, la prima esperienza italiana capace di mettere
in scena l’interazione tra arte e paesaggio urbano attraverso l’impiego della luce.
La manifestazione - progettata dalla Città di Torino, in collaborazione con la
Fondazione CRT e il Gruppo IREN e con il contributo di Compagnia di San Paolo
e della Camera di Commercio di Torino - è uno degli appuntamenti principali
all’interno di Contemporaryart Torino+Piemonte, il calendario che caratterizza la
stagione autunnale delle arti contemporanee con la programmazione di eventi
relativi alle arti visive, alla musica, al teatro, al cinema e alle performing arts.
All’inaugurazione di Luci d’Artista - il 1 novembre insieme al sindaco Piero
Fassino in piazza San Carlo alle 17,30 - assisteremo alla performance
spettacolare dal titolo ARIA N. 3 del funambolo Andrea Loreni accompagnato
dalle evoluzioni aeree di Le Baccanti.
Diciannove installazioni di altissima qualità e impatto visivo, realizzate da
altrettanti artisti di fama internazionale, sono collocate in punti diversi della città,
dando vita ad una vera e propria mostra “open-air” e a un suggestivo e originale
percorso di luci. L’inverno torinese si anima così di una speciale atmosfera che
conduce in un viaggio emozionale rivolto sia ai cittadini sia ai turisti, attraverso
una serie di “set” d’eccezione.
L’evento, riconosciuto in Italia e all’estero come il simbolo di una Torino in
costante fermento artistico, ha dimostrato nel tempo di avere la capacità e le
potenzialità per avvicinare la gente comune all’arte contemporanea, promuovendo
il dialogo fra questi due soggetti.
L’edizione 2011-2012 si arricchisce del presepe di Emanuele Luzzati che ritorna
nella sua completezza – con 90 sagome dipinte su legno e ispirate alla tradizione
– in piazza Castello e che darà il via il 27 novembre, ai festeggiamenti del
periodo natalizio.
In questa quattordicesima edizione, inoltre, grazie a un prestito proveniente dalla
Fête des Lumières della città di Lione, potremo ammirare in via Buozzi e via
Amendola, Flamingo, di Pitaya Design: evocazioni luminose di uccelli stilizzati –
a basso consumo energetico – che ricordano la semplicità formale degli origami.
Maurizio Agostinetto è l’autore dell’altra opera ospite a Luci d’artista, E adesso
usciremo a rivedere le stelle. Si tratta di una luce mobile che attraversa la città e
9 paesi europei e che rappresenta l’idea di rinascita. Lunghissime, curveiformi e
bianche le scale che si proiettano dal tetto di un caravan verso il cielo. Questo
camper è il simbolo itinerante del progetto europeo Caravan. Artists on the road
e sarà installata in piazza San Carlo dall’8 dicembre.
Alle opere ospiti si affiancano le installazioni di Daniel Buren - il cui Tappeto
volante è allestito nell’antica piazza delle Erbe - di Vasco Are, Enrica Borghi,
Francesco Casorati, Richi Ferrero, Marco Gastini, Carmelo Giammello, Rebecca
Horn, Joseph Kosuth, Qingyun Ma, Luigi Mainolfi, Mario Merz, Luigi Nervo,
Giulio Paolini, Michelangelo Pistoletto, Tobias Rehberger, Luigi Stoisa e Gilberto
Zorio.
Sulla centralissima via Roma incontriamo Palomar di Giulio Paolini, l’opera
concepita come un antico atlante astronomico e in via Garibaldi le surreali Palle di
neve di Enrica Borghi; seguendo un filo rosso in flexneon retto da sagome
geometrizzanti di uccelli arriviamo al Volo su… di Francesco Casorati, che
illumina via Po.
Bwindi Light Masks, le quaranta maschere provenienti dall’area di confine tra
Congo e Uganda, opera di Richi Ferrero sono installate nel cortile d’Onore del
Palazzo dell’Università in via Po, mentre Neongraphy, la grande insegna al neon
con immagini di ideogrammi di Qingyun Ma, impreziosisce nuovamente il
portone d’ingresso della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo.
Adiacente al Teatro Regio, in Piazzetta Mollino, è riallestito il colorato Vento
Solare di Luigi Nervo e nella pedonale via Lagrange si legge la storia Luì e l’arte
di andare nel bosco di Luigi Mainolfi; in piazza Carignano incontriamo il grande
orologio luminoso che scandisce le ore in formato binario My noon, l’opera di
Tobias Rehbergher.
I Piccoli spiriti blu di Rebecca Horn, cerchi di luce capaci di donare un aspetto
surreale e onirico, dominano la città dal Monte dei Cappuccini; Il volo dei numeri
di Mario Merz, la luminosa sequenza numerica di Fibonacci, in cui ogni numero è
la somma dei due precedenti (1, 1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, 34, 55, 89…) si allunga sulla
cupola della Mole Antonelliana.
Michelangelo Pistoletto a Porta Palazzo, sull’Antica Tettoia dell’Orologio, nel
cuore di uno dei mercati all’aperto più grandi d’Europa, usa neon colorati per
scrivere Amare le differenze in 39 lingue diverse.
Marco Gastini ha “dipinto” il soffitto della Galleria Subalpina con i segni luminosi
dell’opera L'energia che unisce si espande nel blu; all’entrata Sud della città, nel
laghetto di Italia ’61, è situata Luce Fontana Ruota di Gilberto Zorio, una stella
rotante che evoca un mulino; ai Murazzi prende luce Doppio Passaggio (Torino)
di Joseph Kosuth.
Passeggiando in via Pietro Micca ci troviamo sotto il Planetario di Carmelo
Giammello mentre in via Carlo Alberto – verso corso Vittorio – incontriamo Noi,
di Luigi Stoisa.
Per permettere a cittadini e turisti di vivere al meglio Luci d’Artista, l’agenzia
Turismo Torino e Provincia ha ideato alcune proposte ad hoc:
Speciale Torino 3x2 - “dormi 3 notti al prezzo di 2”
nei weekend con arrivo il venerdì, dal 2 al 26 dicembre 2011.
Dagli hotel di catena a quelli di charme, dai bed & breakfast ai residence e agli
ostelli; proponiamo una soluzione per ogni tasca.
Passeggiata sotto le luci
dal 12 novembre al 14 gennaio 2012, ogni sabato alle ore 17,30
con partenza dall’Ufficio del Turismo di Piazza Castello/via Garibaldi
Prezzo intero: 8 euro – Prezzo ridotto euro 6,50 per possessori Torino+Pemonte
Card e Abbonamento Musei 2011-2012
Gratuità: bambini sotto i 12 anni
Lights on the bus
Dal 5 novembre al 4 dicembre 2011
Ogni sabato e festivi alle ore 18 dal capolinea di piazza Castello/via Po.
Tour di un’ora a bordo del bus panoramico a due piani, con commentario
digitalizzato integrato dal vivo (italiano/inglese).
Prezzo intero adulto: 10 euro – Prezzo ridotto bambino ( 5-15 anni) 5 euro
Merenda Reale.
Un goloso appuntamento in pure stile "Unità d'Italia". Garibaldi e parisien, chifel e
democratic, sono solo alcuni dei nomi delle nuove specialità dolci nate nell'800
per accompagnare al meglio il bicerin.
17 dicembre 2011 - Caffè Platti, ore 16.30 - 12,00 euro
8-31 dicembre 2011 - Caffè Reale, ore 16.30 – 12,00 euro con possibilità di visita
alle Cucine Reali 6,50 euro
PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI : WWW.TURISMOTORINO.ORG – TEL. 011.535181