Lost in Contemporary

Sassoferrato - 07/04/2018 : 10/06/2018

Per la prima volta esposta una selezione di opere dagli archivi del MAM'S – Galleria d'Arte Contemporanea.

Informazioni

  • Luogo: MAM'S - GALLERIA D'ARTE CONTEMPORANEA DI SASSOFERRATO
  • Indirizzo: Piazza Gramsci, 1 - Sassoferrato - Marche
  • Quando: dal 07/04/2018 - al 10/06/2018
  • Vernissage: 07/04/2018 ore 17
  • Generi: arte moderna e contemporanea, collettiva
  • Orari: sabato, domenica e festivi dalle 15:00 alle 19:00. Dal lunedì al venerdì solo su prenotazione
  • Biglietti: Ingresso mostra + MAM'S: 3 Euro Con visita guidata: 5 Euro Studenti: 2 Euro Minori di 6 anni e diversamente abili + accompagnatore: gratuito
  • Patrocini: La mostra "Lost in Contemporary" è organizzata da Happennines in collaborazione con AR[t]CEVIA Onlus e patrocinata dal Comune di Sassoferrato.

Comunicato stampa

A soli tre mesi dal termine de "La Devota Bellezza" che ha visto esposti per la prima volta i disegni del Salvi, appartenenti alla collezione reale britannica, sabato 7 aprile alle ore 17:00, torna a spalancare le porte il MAM'S – Galleria d'Arte Contemporane di Sassoferrato. Una pausa durata giusto il tempo di riallestire la nuova mostra delle opere "perse nel contemporaneo"


"Lost in Contemporary" è il titolo dell'evento che andrà avanti fino al 10 giugno e che avrà come protagonista una selezione di opere di artisti marchigiani ormai storicizzati e che – nel corso delle 67 edizioni del Premio Salvi – hanno contribuito a costituire la ricchissima collezione del Museo. Una collezione d'arte unica quella del MAM'S – Galleria d'Arte Contemporanea di Sassoferrato, che raccoglie oltre 5000 opere di ogni genere, inclusi rarissimi libri d'artista, stampe ed ex-libris. Di queste, circa 600 opere sono visibili nel percorso del Museo: un vero e proprio luogo di studio che presenta oltre 60 anni di storia dell'arte contemporanea tra cui spiccano i nomi di Mario Schifano, Fabrizio Plessi, Giosetta Fioroni, Pomodoro, Julio Le Parc e molti altri.
Con "Lost in Contemporary" il percorso si arricchirà di ben 25 artisti tra cui Luigi Bartolini e Mario Giacomelli, le opere di – all'epoca giovanissimi – Valeriano Trubbiani, Walter Valentini e dei principali esponenti del futurismo maceratese quali Sante Monachesi e Wladimiro Tulli.
La mostra rappresenta un vero e proprio excursus in ben oltre 50 anni di idee, di progetti avanguardistici e di arte della Regione Marche.