Limax

Genova - 26/01/2017 : 26/01/2017

Sarà presentato il numero zero dell’Art Magazine LIMAX - Slow Thinking da Linda Kaiser e Giorgio Bedoni.

Informazioni

  • Luogo: M&M GALLERY
  • Indirizzo: via Perosi 13 c - Genova - Liguria
  • Quando: dal 26/01/2017 - al 26/01/2017
  • Vernissage: 26/01/2017 ore 18,30
  • Curatori: Linda Kaiser, Giorgio Bedoni
  • Generi: presentazione

Comunicato stampa

sarà presentato il numero zero
dell’Art Magazine LIMAX - Slow Thinking
da Linda Kaiser e Giorgio Bedoni.

“I contenuti della rivista saranno storie caotiche e identità precarie, scoperte ed estratte dal mondo delle arti, portate in evidenza, narrate e valorizzate con la dovuta lentezza.
D’altra parte, la lumaca, con il suo labirintico guscio, come la tartaruga del paradosso di Zenone non potrà mai essere raggiunta dal piè veloce Achille”.
I saggi sono firmati da specialisti con competenze diverse, in un dialogo interdisciplinare tra le arti





Sarà anche inaugurata la personale
di Umberto Gervasi,
“La materia inquieta di un realista visionario”
(la mostra rimarrà aperta fino al 28 febbraio 2017).
Sarà presente l’artista.

La Galleria M&M di Genova inaugura l’anno 2017 con una mostra personale di Umberto Gervasi (1939), curata da Giorgio Bedoni.
Gervasi è un artista autodidatta siciliano, la cui arte è figlia di una poetica dell’intensità che ha conosciuto l’asprezza della vita. Lui stesso afferma, in un’intervista del 2013, che la sua era “una casa dove, oltre alla cultura, mancava il cibo, e quando manca il cibo non si pensa all’arte”.
Le opere esposte, sculture e dipinti, esaltano l’attenzione che Gervasi rivolge alla vita e richiamano i riti e i miti di una Sicilia arcaica e profonda.
La materia che modella da quando aveva 15 anni – prima il torrone, poi la terracotta e l’acrilico – diventa nelle sue mani opera completa e originale, nel rimando ai diversi temi e generi praticati, ma in ultima istanza celebra ciò che realmente vale: libertà, pensiero e umanità.

“LIMAX - Slow Thinking” dedica nel #0 un articolo specifico a Umberto Gervasi.