Libri e cartelle d’artista – Collezione Italo Furlan

Pordenone - 13/09/2017 : 28/10/2017

Mostra dedicata a una serie di importanti libri e cartelle d’artista appartenenti alla collezione di Italo Furlan, principale promotore e primo presidente della Fondazione. La mostra sarà presentata nell'ambito della XVIII edizione di pordenonelegge.it

Informazioni

  • Luogo: FONDAZIONE ADO FURLAN
  • Indirizzo: Via Giuseppe Mazzini 49 - Pordenone - Friuli-Venezia Giulia
  • Quando: dal 13/09/2017 - al 28/10/2017
  • Vernissage: 13/09/2017 ore 12
  • Curatori: Alessandro Scarsella, Alessandro Del Puppo
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: 13-17 settembre: mercoledì-domenica 10.30-12.30/16.30-19.30 19 settembre-28 ottobre: martedì-sabato 17.00-19.30

Comunicato stampa

Una mostra dedicata a una serie di importanti libri e cartelle d’artista appartenenti alla collezione di Italo Furlan, principale promotore e primo presidente della Fondazione.
Tra le varie opere, che in molti casi illustrano o sono accompagnate da testi letterari e commenti critici, si segnalano quelle di George Braque/Pierre Reverdy, Une aventure méthodique (1949), Jean Dubuffet/Guillevic, Le Murs (1950), Picassso/Jaime Sabartés, Dans l’atelier de Picasso (1957), Hans Hartung, Aquarelle (1966) e Farandole (1971), Zadkine/Apollinaire, Les collines (1966), Fritz Wotruba/Eugène Ionesco, Discours d’overture du Festival de Salzburg (1973-1974)



Alla presentazione parteciperanno Alessandro Del Puppo (docente di Storia dell’arte contemporanea presso l’Università di Udine), Alessandro Scarsella (docente di Letterature comparate presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia) e Caterina Furlan (presidente della Fondazione Ado Furlan).

Alessandro Del Puppo è professore associato di Storia dell’arte contemporanea presso l’Università di Udine. I suoi interessi di ricerca comprendono il futurismo (“Lacerba” 1913-1915. Arte e critica d’arte, Bergamo, Lubrina, 2000), la scultura italiana del Novecento (Modigliani scultore, Cinisello Balsamo, Silvana, 2010) e le relazioni tra arte e ideologia (Modernità e nazione. Temi di ideologia visiva nell’arte italiana di primo Novecento, Quodlibet, Macerata, 2012). Il suo ultimo libro è L’arte contemporanea. Il secondo Novecento (Torino, Einaudi, 2013).
Caterina Furlan, pordenonese, è professore ordinario di Storia dell’arte moderna presso l’Università di Udine. La sua attività di studio e di ricerca ha interessato divere tematiche, con particolare riguardo alla cultura figurativa di Venezia e Roma nel Cinquecento e alla pittura veneta e friulana tra XV e XVIII secolo. Ha pubblicato numerosi saggi. Oggetto di particolare approfondimento sono state le personalità di Giovanni da Udine (Udine, Casamassima, 1987) e del Pordenone (Milano, Electa, 1988).
Alessandro Scarsella, critico letterario nato a Roma, insegna Letterature comparate presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Funzionario per oltre un ventennio presso la Biblioteca Nazionale Marciana, è autore di monografie e articoli di storia e teoria della letteratura, dagli umanisti all'età contemporanea. Membro del comitato scientifico di diverse riviste letterarie, ha collaborato con numerose voci alla "Princeton Encyclopedia of Italian Literary Studies"( Routledge, 2006.)