Lettere aperte

Bologna - 30/04/2015 : 30/04/2015

Il Writing tra storia, pratica e diritto. Incontro aperto al pubblico.

Informazioni

Comunicato stampa

Lettere aperte. Il Writing tra storia, pratica e diritto

giovedì 30 aprile 2015 h 17.00 - 19.30 | MAMbo - Sala Conferenze

Incontro seminariale aperto al pubblico


Coordina:
Andrea Pizzi (avvocato specializzato in diritto dell'arte).
Intervengono:
Alessandro Ferri DADO (artista)
Claudio Musso (critico d'arte, docente e co-curatore FRONTIER The Line of Style)
Fabiola Naldi (critico d'arte, docente e co-curatore FRONTIER The Line of Style)


Il Writing, alla lettera scrittura, è una forma di espressione, un linguaggio, una disciplina con più di quarant'anni di storia alle spalle

Dalle prime apparizioni datate tra la fine degli ’60 e i primi anni ’70 in città come Philadelphia e New York, ha compiuto un percorso di diffusione ed evoluzione che ha raggiunto tutto il mondo. Etichettati e tuttora chiamati “graffiti”, quei segni hanno tappezzato ogni angolo del globo divenendo un veicolo di comunicazione che il più delle volte risulta incomprensibile al di fuori della cerchia di coloro che lo praticano. Bologna è stata una delle prime città italiane in cui il Writing si è sviluppato negli anni ’80 e una delle prime città europee ad ospitare nel 1984 una mostra sui principali rappresentanti del fenomeno americano, Arte di Frontiera. New York Graffiti. A distanza di trent'anni il progetto Frontier ha raccolto quell’eredità ospitando artisti internazionali e momenti di approfondimento che proponessero un’analisi interdisciplinare del Writing e della Street Art.

Attraverso la voce di Claudio Musso e Fabiola Naldi, curatori della manifestazione, di Dado, esponente di punta della scena bolognese e il coordinamento dell’avvocato Andrea Pizzi, il MAMbo ospita un incontro seminariale per illustrare la storia del Writing dalle origini fino ai giorni nostri. Verranno affrontate le componenti stilistiche fondamentali che hanno portato al variegato panorama attuale, gli aspetti tecnico-pratici dai quali sono dipesi mutamenti formali e sostanziali, verranno inoltre inquadrate le questioni legali legate alla realizzazione di dipinti murali non autorizzati.