Less is More. The Movie Minimal Jukebox

Montemarciano - 16/02/2014 : 16/02/2014

Il concerto propone un incontro con alcuni tra i più interessanti compositori del nostro tempo, fra i quali John Cage, Terry Riley, Philip Glass e Arvo Pärt.

Informazioni

  • Luogo: TEATRO ALFIERI
  • Indirizzo: via Umberto I - Montemarciano - Marche
  • Quando: dal 16/02/2014 - al 16/02/2014
  • Vernissage: 16/02/2014 ore 18
  • Autori: Michele Selva, Paolo Tarsi
  • Generi: serata – evento, musica

Comunicato stampa

Less is More. The Movie Minimal Jukebox.

Il concerto propone un incontro con alcuni tra i più interessanti compositori del nostro tempo, fra i quali John Cage, Terry Riley, Philip Glass e Arvo Pärt. Molti di loro sono decisamente noti anche nel nostro Paese, altri meno. Less is More

The Movie Minimal Jukebox è dunque un’occasione per avvicinarsi al lavoro di questi grandi artisti e scoprire così che la «musica d’oggi» è diventata, nelle loro mani, qualcosa di molto vicino alla sensibilità comune, grazie magari alle colonne sonore per il cinema o alla vicinanza con il mondo delle arti visive. I brani, pur riconducibili tutti nell’alveo della Minimal Music, offrono le caratteristiche stilistiche più diverse, in grado di interessare anche ascoltatori provenienti dal jazz o dal rock, proponendo un ventaglio molto ampio di suoni che rende bene l’idea di libertà stilistica che ha animato la ricerca musicale mondiale dal Novecento sino ad oggi.

Durante il concerto, che si terrà domenica 16 febbraio alle ore 18:00 presso il Teatro “Alfieri” di Montemarciano (An), verranno eseguite musiche composte per il cinema, documentari, esposizioni da E. Satie, J. Cage, G. Fitkin, P. Glass, A. Pärt, T. Riley, M. Nyman, P. Tarsi.


Michele Selva, Sassofoni, elettronica
Paolo Tarsi, Organo Hammond


Michele Selva
Si diploma nel 1999 presso il Conservatorio “Bruno Maderna” di Cesena con il massimo dei voti e, parallelamente all’attività musicale, si laurea in filosofia con lode. Attento agli sviluppi della musica del Novecento e contemporanea ha partecipato a diverse prime esecuzioni, anche dedicate, di fondamentali compositori italiani ed internazionali tra i quali ricordiamo S. Bussotti, G. Cresta, G. Cappelli, G. Dazzi, R. Doati, J. Erber, F. Festa, A. Guarnieri, M. Lauricella, L. Lugli, S. Mossenmark, J. Torres Maldonado, M. Messieri, P. Pokorný, A. Skhurtavy, M. Viel. Invitato presso varie Università, Conservatori Nazionali e Convegni ha tenuto conferenze e masterclass sulla musica del Novecento e contemporanea. Tiene regolarmente concerti e recital presso importanti Festival ed istituzioni sia in Italia che all’estero (tra gli altri Festival Angelica, Emufest-Roma, Eterotopie, Verona Contemporanea, Biennale Venezia, Oh-Ton Festival, Goteborg Art Sound, Forfest Festival, Winter Festival..), esibendosi in Germania (Amburgo, Berlino, Lipsia, Weimar, Dresda, Oldenburg) e Copenaghen, Cracovia, Kromeriz, Goteborg, Praga, Sarajevo. Recentemente sta partecipando con particolare successo di pubblico e di critica al progetto del Cardew Ensemble focalizzando l’attenzione sul pensiero e sulla realizzazione elettroacustica di originali partiture grafiche ed “aperte” (tra gli altri di J. Cage, C. Cardew, C. Wolff). Nel 2007 e nel 2009 con il duo Messieri/Selva pubblica i cd Noises X e Masken per sassofono ed elettronica (con musiche di T. Riley e importanti “prime registrazioni” di compositori italiani). Come sassofonista dell’Orchestra Sinfonica della Repubblica di San Marino ha eseguito alcune delle più importanti e “originali” pagine sinfoniche per il suo strumento e, in ambito cameristico, collabora con importanti ensemble e solisti nazionali ed internazionali; è docente di sassofono presso l’Istituto Musicale Sammarinese.




Paolo Tarsi
Musicologo e compositore, dal 2010 fa parte del gruppo Argo con cui prende parte alla pubblicazione di una serie di romanzi collettivi. Suoi studi sono apparsi su riviste specialistiche e rivolgono particolare attenzione alla musica del secondo Novecento, ai rapporti tra musica e altre forme d’arte e all’influenza esercitata dalle avanguardie colte sui linguaggi pop. Collabora inoltre con “Il Giornale della Musica”, “Artribune” e “Arte Contemporanea”, ha tenuto conferenze e curato programmi radiofonici di musica jazz e contemporanea in Italia e all’estero.
Scrive musiche per mostre di Paolo Cotani, Mario Giacomelli, Andy Warhol, collaborando con il Teatro Everest di Firenze e artisti quali Tullio Pericoli, Bruno Mangiaterra, musei e gallerie d’arte come Ono Arte Contemporanea di Bologna e il MAXXI di Roma, dove ha partecipato a una perfomance di “Pendulum Music” di Steve Reich. Nell’ambito delle rassegne “Le note e lo schermo” e “CinemaAmare” ha composto per l’auditorium Rotonda a Mare di Senigallia e per varie sale cinematografiche delle Marche musiche eseguite dal vivo durante la proiezione di film muti di Buster Keaton, Charlie Chaplin e Fritz Lang. Nel 2013 compone la colonna sonora originale per il film “Das 7. Leben” del regista tedesco Thomas Schlossherr. Ha curato la musica originale e la sonorizzazione live durante la proiezione dei lavori del progetto Giovane Fotografia Italiana #02 presentato da GAI e Fotografia Europea in collaborazione con Acusmatiq 8.0 e Mediterranea 16 “Errors Allowed”, la Biennale dei giovani artisti dell'Europa e del Mediterraneo e, successivamente, la performance musicale durante la presentazione parigina delle riviste “Argo” e “Alfabeta2”, Per un uso performativo delle riviste. Alfabeta2+Argo: Presentazione, smontaggio e performance, dove sono state eseguite sue composizioni accanto a brani di Erik Satie, John Cage e Fausto Romitelli. Specializzatosi presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano, successivamente si è avvicinato alla composizione di colonne sonore per il cinema studiando con il Premio Oscar Luis Bacalov.