Leonardo Maniscalchi – Le anime del Mito

Firenze - 12/01/2012 : 11/02/2012

Leonardo Maniscalchi ha immortalato con i propri valenti scatti una quarantina di sculture classiche e moderne, uscite da quella meraviglia di laboratorio qual é la Frilli Gallery.

Informazioni

  • Luogo: FRILLI GALLERY
  • Indirizzo: Via de’ Fossi, 26 r - Firenze - Toscana
  • Quando: dal 12/01/2012 - al 11/02/2012
  • Vernissage: 12/01/2012 dalle ore 18 alle 22
  • Autori: Leonardo Maniscalchi
  • Curatori: Roberto Russo
  • Generi: fotografia, personale
  • Orari: La mostra in concomitanza con Pitti Immagine Uomo rimarrà aperta da martedì 10 gennaio a sabato 11 febbraio dal lunedì al sabato, dalle 10.00 alle 19.30.
  • Email: lapressufficiostampa@gmail.com

Comunicato stampa

Leonardo Maniscalchi ha immortalato con i propri valenti scatti una quarantina di sculture classiche e moderne, uscite da quella meraviglia di laboratorio qual é la Frilli Gallery. Cimentarsi con capolavori assoluti dell'arte poteva sembrare assai impegnativo o quanto meno mettere in grave difficoltà la licenza con cui Leonardo Maniscalchi ama intervenire prima, durante e dopo l'atto fotografico. Eppure il Nostro, sia per i suoi trascorsi fashion che per una naturale propensione, ha mantenuto sempre aperto il conto con la bellezza

In questo costante e sommesso dialogo con l'antico si scopre un animo fremebondo, che avrebbe voluto “essere là mentre tutto si faceva”, che oggi vuole ri-creare la genesi e l'intenzione dell'opera originale, che intende restituire la potenza plastica e spirituale, liberandola da ogni stereotipo modernista. E' un'immedesimazione progressiva, laddove l'artista si immerge e si confonde: ho ascoltato direttamente la voce degli antichi scultori, dice con fierezza Maniscalchi. Le opere ritratte sono la teoria assoluta del classico, inteso come capolavoro senza tempo degli umani tempi. La tecnica digitale valorizza e attualizza l'incanto e le emozioni suscitate da Mirone, Lisippo, Leochares, Apollonio, Michelangelo Buonarroti, Donatello, Giambologna, Antonio Canova, Bertel Thorvaldsen, Lorenzo Bartolini, e tanti altri mirabili artisti, i cui nomi si sono persi nei meandri della Storia, ma le cui invenzioni affascinano e rapiscono ancora generazioni di spettatori (dal contributo critico di Roberto Russo).

Nota biografica
L'arte digitale è al centro della produzione di Leonardo Maniscalchi da più di venticinque anni, allorché il pittore Renato Guttuso ne scoprì le potenzialità e lo incitò alla libera creazione. L'artista-fotografo, che in passato ha legato il proprio nome al campo della moda e alle più importanti griffes e ai magazines internazionali, dedica questa mostra al rapporto tra antico e contemporaneo in uno dei luoghi più significativi della cultura artistica fiorentina, la Frilli Gallery, conosciuta in tutto il mondo per la produzione di pregiatissime repliche statuarie fin dal 1860.
Leonardo Maniscalchi, nato in Sicilia ma fiorentino da sempre, ha alle spalle decine di mostre nei musei, gallerie e centri espositivi più prestigiosi in Italia e all'estero, per cui ha conseguito svariati premi e riconoscimenti alla carriera ed alla produzione artistica. Ha fondato e gestito tra gli anni '90 e primi anni duemila le prime scuole internazionali di fotografia (Click Up e ADF). Leonardo Maniscalchi ha dedicato moltissimi ritratti fotografici a personalità del campo della cultura, dell'arte, dell'economia e della politica.