LBS / Stefano Giraldi – The Wall

Viareggio - 14/05/2022 : 14/06/2022

LA MOSTRA CONTRO I MURI SOCIALI DELL’ARTISTA LBS E IL MAESTRO FOTOGRAFO STEFANO GIRALDI: THE WALL.

Informazioni

  • Luogo: GAMC - GALLERIA D'ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA - PALAZZO DELLE MUSE
  • Indirizzo: Piazza Giuseppe Mazzini 22 - Viareggio - Toscana
  • Quando: dal 14/05/2022 - al 14/06/2022
  • Vernissage: 14/05/2022 alle 11, presso la Biblioteca Guglielmo Marconi di Viareggio
  • Autori: LBS, Stefano Giraldi
  • Generi: fotografia, arte contemporanea, doppia personale
  • Orari: Sara visitabile dal lunedi al venerdì dalle 8.30 alle 19. Il sabato dalle 8.30 alle 17.50. Chiuso la domenica.

Comunicato stampa

Sabato 14 maggio, alle 11, presso la Biblioteca Guglielmo Marconi di Viareggio, sarà inaugurata la mostra “THE WALL” dell’artista LBS (Bruno Salvatore Latella) e del Maestro fotografo Stefano Giraldi.
Le opere esposte tratteranno sotto veste artistica fotografica il tema dei “muri sociali”.
La mostra è patrocinata dal Comune di Viareggio e da LuccAutori. Sara visitabile dal lunedi al venerdì dalle 8.30 alle 19. Il sabato dalle 8.30 alle 17.50. Chiuso la domenica. Terminerà martedì 14 giugno



Tema della mostra:

“Il Muro” - Se dobbiamo condensare in una sola parola le maldicenze, le cattiverie, i pregiudizi contro cui ci troviamo impotenti ad ogni possibilità di riscatto, ebbene, la parola è “Muro!”
Un Muro alto e forte che fa da barriera alla tolleranza, alla pazienza, un Muro che impedisce di entrare ma anche di uscire. Impedisce la libertà, la comunicazione delle idee. Il Muro è un simbolo di fronte al quale si scopre la diversa posizione morale delle persone, e dove le pieghe più minute della loro anima vengono rivoltate e messe a nudo.
La Mostra Fotografica “Il Muro” (The Wall) cerca di esprimere questo concetto, con foto in bianco e nero che enfatizzano la drammaticità nel trovarsi di fronte questo insormontabile ostacolo. Il percorso fotografico si ispira alle tematiche di Jean Paul Sartre e alla musica dei Pink Floyd.

Biografie artisti:

Stefano Giraldi, fiorentino, è un fotografo d’arte professionale. È stato a capo di una campagna fotografica per una serie di monografie su Chiese e Palazzi storici della città di Firenze sponsorizzata da una importante Banca fiorentina e pubblicata dalla Casa Editrice Giunti. Per la stessa casa editrice ha fotografato i disegni originali di Leonardo da Vinci sparsi in tutta Europa. È stato il fotografo di artisti visivi nazionali (Pietro Annigoni, Luca Alinari, Antonio Bueno, Alberto Burri) e internazionali (Karel Appel, Sebastian Matta). Ha avuto esperienze nel cinema e teatro sperimentale. Da alcuni anni organizza mostre e manifestazioni d’arte in relazione con la letteratura e la musica.





LBS (alias Bruno Salvatore Latella), è un artista visivo. Il percorso artistico dell'artista LBS comincia a svilupparsi nel 2009, con l'inizio degli studi pianistici al Conservatorio Francesco Cilea di Reggio Calabria; esordisce nel mondo delle Arti Visive con una mostra personale, nel 2019, al "Caffè Storico Letterario le Giubbe Rosse" di Firenze. Peculiarità dell'artista è quella di conciliare lo studio di materie umanistiche alla sua produzione artistica, trasponendo fotograficamente le idee e le "Visioni" che la mente gli suggerisce. Tra concettualismo, estetismo e distopismo il percorso artistico di LBS ha cominciato a prendere piede fin da subito nel territorio Italiano. L’artista ha cominciato a ricevere riconoscimenti importanti, come la pubblicazione nell'Atlante dell'Arte Contemporanea 2021, edito DeAgostini; la pubblicazione del suo progetto artistico THE WALL sul sito LENSCULTURE; numerose pubblicazioni sui giornali nazionali e vincere premi di spessore nazionale ed internazionale, tra cui il Premio Artista d'Italia e il Premio Mostra Personale BIANCOSCURO ART CONTEST (BAC) 2021; ed esporre insieme ad artisti di fama internazionale quali Sergio Staino, Bruno Bozzetto, Giuliano Rossetti, etc. L'obiettivo che si pone l'artista Bruno Salvatore Latella è solamente uno: aiutare ad aprire gli occhi alla sua e soprattutto alle nuove generazioni, i quali, come dice il grande sociologo Bauman, ormai vivono una "Vita Liquida", una vita fatta di passività virtuale e mancanza di Sogni.