Laura Pagliai – Il tempo sospeso

Ravenna - 19/12/2015 : 30/01/2016

Il tempo sospeso di Laura Pagliai è il titolo della mostra che Vibra - sotto la direzione artistica di Michela Bernardini, consulente creativo - propone nei suoi spazi espositivi.

Informazioni

  • Luogo: VIBRA - SPAZIO CONTEMPORANEO DI IDEE
  • Indirizzo: Via Marco Fantuzzi 8 - Ravenna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 19/12/2015 - al 30/01/2016
  • Vernissage: 19/12/2015 ore 18,30
  • Autori: Laura Pagliai
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: mar-giov 17:00 - 19:00 sab 10:30 - 12:30 | 17:00 – 19:00 per appuntamento
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

Il tempo sospeso di Laura Pagliai è il titolo della mostra che Vibra - sotto la direzione artistica di Michela Bernardini, consulente creativo - propone nei suoi spazi espositivi. Le opere dell’artista, originaria di Bagnacavallo, dopo essere state esposte in numerose mostre personali e collettive tornano a Ravenna, con vernissage sabato 19 dicembre ore 18:30 e visibili fino al 30 gennaio 2016

Il rapporto tra materia e psiche, l’evolversi delle sensazioni, l’accostamento di materiali diversi sono al centro della ricerca espressiva di Laura Pagliai

“Nelle sue opere - spiega la critica d’arte Sabina Ghinassi - l’artista ci pone davanti a piccoli uomini, creature che si interrogano. Si trattengono sulle soglie con gesti minimi e lenti: osservano, sognano, probabilmente amano o piangono, ridono a volte, aspettando in silenzio.” In mostra sono presenti piccole statue che rappresentano una metafora: quella dell’ interiorità che l’artista spiega essere legata ad una condizione emotiva o a un passaggio di vita vissuta in uno spazio, una stanza fisica ma anche psicologica. “Le sculture intime della giovane scultrice disegnano infatti spazi interiori - continua Ghinassi - memore della lezione di certi grandi del Novecento, Marino Marini in primis. Nel farlo Pagliai si mantiene sul filo di una narrazione poetica densa di grazia materica e leggerezza, insistendo su una piccola dimensione che è intima e colloquiale, quasi sussurrata. Il suo gesto procede con lentezza, attentamente meditato e si modula su un tempo sospeso, metafisico, che si sottrae al dominio del presente: costruisce luoghi dell’Immaginario”.
Il visitatore potrà scoprire ambienti essenziali e, nello stesso tempo, fortemente simbolici e intensi ed evocativi. Le sculture di Laura Pagliai si inseriscono nel contesto espositivo della mostra parallela di fotografie Espacio-Tiempo, del fotografo spagnolo IgnacioDePetra : Michela Bernardini spiega che si tratta di un allestimento in cui, nel rispetto delle rispettive identità, i due artisti parlano di uno “Spazio-Tempo” comune.


L’artista | Laura Pagliai Ha frequentato la Scuola d’Arte Ramenghi di Bagnacavallo e ha in seguito approfondito gli studi alla The Arts Students League di New York. Nel 2014 è stata selezionata tra i primi 80 artisti al Premio Arte Mondadori. Nel 2015 è stata presente alla Affordable Art Fair, Milano. Vive e lavora a Ravenna.