Laura Fumagalli – Opere recenti

Lugano - 17/05/2013 : 15/06/2013

Attualmente i suoi ultimi lavori - sempre su carta - che si potranno ammirare nell’esposizione personale alla reverberiarte viaolgiatiotto di Lugano, sono elaborati con tecniche diverse, dove a fianco del collage l'acquerello è utilizzato non solo con le pratiche usuali, ma anche mescolato con i materiali più eterogenei per ottenere superfici strutturate e caratterizzate da colorazioni e sfumature inedite, in modo che possa emergere nel migliore dei modi il tema comune di tutti questi lavori; il paesaggio, sia quello utopico che quello immaginario.

Informazioni

  • Luogo: REVERBERIARTE
  • Indirizzo: via Olgiati 8 Lugano - Lugano
  • Quando: dal 17/05/2013 - al 15/06/2013
  • Vernissage: 17/05/2013 ore 18
  • Autori: Laura Fumagalli
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: mer/ven/sab 15:00 - 18:30, gio 17:00 - 21:00 Sabato 15 giugno 2013 dalle ore 17:00, rinfresco di chiusura

Comunicato stampa

Venerdì 17 maggio 2013 dalle ore 18:00, negli spazi della Galleria reverberiarte viaolgiatiotto di Lugano, con una presentazione di Paolo Blendinger, si terrà l’inaugurazione delle mostra personale di Laura Fumagalli. L’artista, nata a Lugano nel 1966, inizia la sua formazione artistica presso il CSIA, Centro Scolastico Industrie Artistiche di Lugano, diplomandosi nel 1986 in Arti Decorative sotto la guida di Milo Cleis e Gianni Realini. Prosegue la sua formazione frequentando l’Atelier Matthey a L’École Nationale Supérieure des Beaux-Arts de Paris dove si diploma in Arti Plastiche nel 1990


Dopo alcuni lavori su gesso esposti a Parigi nel 1989 inizia la sua ricerca espressiva su carta, che continua tutt’ora. È a partire dal 1994, con una personale alla galleria Pro Arte di Lugano, dove presenta delle composizioni su carta rivolte unicamente alla figura umana con inserti e frammenti di scritture e collages, che inizia la sua rilevante attività espositiva.
Nel 1994 si trasferisce in Spagna. Comincia un ciclo di collages dipinti con l'acquerello utilizzando delle antiche lettere dell'Ottocento scritte a mano: composizioni dove la calligrafia, le pieghe, i sigilli, le macchie non sono considerati per il loro valore letterario o storico o testimoniale, ma quali pretesti segnici – trame – per una composizione pittorica.
Le opere successive sono sempre caratterizzate dalla tecnica del collage, ma le antiche lettere utilizzate in precedenza vengono sostituite da frammenti di fotografie, mentre l'acquerello diviene sostanza materica e assume un ruolo preponderante per la sua ricerca.
Dal 2002 è membro della Visarte.
Dal 2012, è rientrata in Svizzera e risiede a Lugano.
Attualmente i suoi ultimi lavori - sempre su carta - che si potranno ammirare nell’esposizione personale alla reverberiarte viaolgiatiotto di Lugano, sono elaborati con tecniche diverse, dove a fianco del collage l'acquerello è utilizzato non solo con le pratiche usuali, ma anche mescolato con i materiali più eterogenei per ottenere superfici strutturate e caratterizzate da colorazioni e sfumature inedite, in modo che possa emergere nel migliore dei modi il tema comune di tutti questi lavori; il paesaggio, sia quello utopico che quello immaginario.